Virus, La Torre (Ursas-Sadirs): "Bonus vada anche ai lavoratori Sas impegnati nella sanità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"I lavoratori della Sas dimostrano ancora una volta di svolgere un ruolo fondamentale negli ospedali. Tra le mansioni ci sono anche quelle di trasporto dei tamponi del Covid-19. L’ennesima certificazione della necessità di inserire questo bacino tra i beneficiari del bonus di mille euro". Lo afferma Pietro La Torre, segretario del sindacato Ursas-Sadirs, che lancia un appello all’Assemblea regionale per garantire una indennità premiale a questi lavoratori. 

“L’azienda Civico, così come Villa Sofia Cervello – dice La Torre – impiegano questo personale per sanificazione e trasporto dei tamponi, evidenziando un pieno coinvolgimento nelle attività fondamentali per il contrasto al coronavirus. Sono lavoratori invisibili nella lotta al virus che invece hanno pieno titolo per essere inseriti dalla Regione tra i beneficiari del bonus di mille euro. Si tratta di attività ausiliare che orbitano nel settore ma di fondamentale importanza. Non dimentichiamo che l’Assemblea ha votato un Ordine del giorno in tal senso, a cui chiediamo che venga dato seguito”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento