menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, risalgono i contagi: 16 nuovi positivi a Palermo nelle ultime 24 ore

Sono stati 2.042 i tamponi processati dal sistema sanitario della Regione siciliana: nell'Isola spuntano altri 42 casi. Sei persone intanto restano in terapia intensiva

Torna a salire il numero di nuovi contagi in Sicilia. Nelle ultime 24 ore sono in tutto 42, con un preoccupante +13 rispetto a ieri. Sono stati 2.042 i tamponi processati dal sistema sanitario della Regione siciliana. Tra i 42 nuovi contagiati soltanto cinque sono i casi riferiti a clandestini sbarcati in Sicilia. Per quanto riguarda la suddivisione dei casi provincia per provincia: ci sono 16 nuovi positivi a Palermo, 8 a Ragusa, 5 a Siracusa, 4 a Catania e Messina, 3 a Caltanissetta, 2 ad Agrigento.

Per quanto riguarda i 16 nuovi casi, otto sono legati al cluster delle Poste di via Ugo La Malfa. Ci sono poi due giovani che tornavano da un viaggio a Malta e altri due scoperti con un tampone prima del ricovero. Infine, quattro sono migranti trovati positivi a Lampedusa.

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, nell'Isola risultano attualmente 42 persone ricoverate con sintomi (un paziente in meno rispetto a ieri), 6 in terapia intensiva (come ieri) e 556 in isolamento domiciliare. In totale, gli attuali positivi schizzano a 604. I decessi sono fermi a 284. 

Coronavirus, la situazione in Italia

Coronavirus, gli aggiornamenti della situazione epidemiologica in Italia nel bollettino di oggi giovedì 13 agosto 2020. Sono numeri preoccupanti quelli che arrivano dal Ministero della Salute. I nuovi contagi sono 523, in deciso aumento rispetto ai 481 casi di ieri e ai 412 di martedì. Aumentano anche i ricoverati in terapia intensiva (+2) e gli ospedalizzati con sintomi (+7). Balzo in avanti delle persone attualmente positive al Covid (+290). Sei le vittime registrate nelle ultime 24 ore. 

coronavirus 13 agosto-2

Il trend al rialzo prosegue ormai da almeno un paio di settimane. Sotto accusa gli assembramenti legati alla movida e il rientro dei vacanzieri da altri Stati europei, anche se va sottolineato che ogni focolaio fa storia a sé. 

Proprio oggi il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un'ordinanza che prevede il tampone rapido per chi torna da Grecia, Spagna, Croazia, Malta e il divieto di ingresso dalla Colombia. "Dobbiamo continuare sulla linea della prudenza per difendere i risultati raggiunti negli ultimi mesi con il sacrificio di tutti" ha detto il ministro spiegando il provvedimento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento