Cronaca

Coronavirus, in Sicilia 595 nuovi casi in 24 ore e lieve calo dei ricoveri

Nel giorno in cui l'Italia celebra un anniversario amaro - 365 giorni dal primo lockdown - il bollettino del ministero della Salute dice che il tasso di positività nell'Isola è stabile al 2,6%. Ci sono 18 vittime e oltre 1.700 guariti. A Palermo la maggior parte dei nuovi contagi accertati

Nel giorno in cui l'Italia celebra un anniversario amaro - 365 giorni dal primo lockdown - la pandemia continua a tenere tutti col fiato sospeso tra voglia di normalità e timore di nuove impennate dei contagi. Secondo l'ultimo bollettino del ministero della Salute in Italia nelle ultime 24 ore sono stati accertati 19.749 nuovi casi e 376 decessi. In Sicilia i nuovi positivi sono 595, in aumento rispetto a ieri (515). I decessi sono stati 18 (ieri 19). I tamponi processati sono stati 22.842 (7.373 molecolari e 15.469 rapidi) quindi anche oggi il tasso di positività è stabile al 2,6%.

I ricoverati con sintomi in regime ordinario sono lievemente diminuiti passando dai 669 di ieri ai 665 di oggi. In Terapia intensiva 112 pazienti, con 9 nuovi ingressi. Complessivamente negli ospedali dell'Isola per Covid ci sono 777 persone (12 in meno di ieri). In isolamento domiciliare 13.425, in netto calo rispetto a ieri quando erano 14.610. Il totale degli attuali positivi è di 14.202 persone. Dall'inizio della pandemia i dimessi/guariti sono 139.024 mentre le vittime sono purtroppo 4.272.
 
Per quanto riguarda la divisione dei nuovi casi nel territorio, Palermo ne ha il numero maggiore cioè 295. A Catania i nuovi casi sono 106; a Messina 44; a Siracusa 44; a Trapani 14. A Ragusa 30, Caltanissetta 25, Agrigento 36 ed Enna un solo caso. 

Mattarella "cittadino comune" in coda per il vaccino

Sergio Mattarella questa mattina si è vaccinato contro il Covid a Roma. Al Capo dello Stato, che il 23 luglio compirà 80 anni, è stata somministrata la prima dose di Moderna. "Essendo in corso la campagna di vaccinazione per coloro che sono nati negli anni 1941 e precedenti, il Presidente della Repubblica - fa sapere il Quirinale - si è sottoposto alla vaccinazione nell’Istituto Spallanzani". Mattarella, come qualsiasi cittadino, ha aspettato il suo turno, si è seduto accanto agli altri aventi diritto e ha fatto il vaccino. La foto del Presidente in coda come un cittadino comune, a dispetto dei "furbetti", ha fatto il giro del web. (L'articolo completo)

Paura per i contagi in provincia

Ad Altavilla i casi di Coronavirus crescono rapidamente così il sindaco chiede al presidente della Regione, Nello Musumeci, di valutare l'isituzione della "zona rossa" e nel frattempo che Palazzo d'Orleans prenda una decisione dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.  Lo stop alle lezioni in presenza è scattato stamani. (L'articolo completo)

Le scuole

Il sindaco Leoluca Orlando ha incontrato questa mattina circa 500 studenti del liceo Galileo Galilei. Nel corso
dell'incontro gli studenti hanno sottoposto al primo cittadino un documento nel quale espongono il loro disappunto riguardo alla
cosiddetta "scuola a singhiozzo", ossia l'alternanza tra didattica a distanza e quella in presenza. Nel documento i ragazzi "bocciano" le lezioni in presenza e chiedono di mantenere la Dad fino alla conclusione dell'anno scolastico.

"Questi studenti e studentesse hanno dimostrato un vero amore per la propria scuola e per la scuola in generale - dice
Orlando - un amore per la cultura indissolubilmente legato all'amore per la vita e, quindi, per la salute di tutti e di ciascuno. Le
argomentazioni contenute nel documento che mi hanno sottoposto hanno una profonda validità, motivo per il quale le condividerò con gli altri sindaci e con tutte le altre istituzioni competenti a decidere le modalità di svolgimento dell'attività didattica".

La corsa al vaccino

"Se ci sarà un nuovo impulso sul Piano vaccinale, da parte del governo nazionale, immagino voglia dire anzitutto che arriveranno più dosi, perché noi non aspettiamo altro! Da questa settimana, alla luce delle aperture di fascia generazione del vaccino AstraZeneca, sarà possibile prenotarsi anche per tutti i cittadini di età compresa tra i 70 e i 79 anni. Resta il problema delle persone fragili, per le quali è obbligatorio solo l’utilizzo di Pfizer o Moderna. Comprendo quanto possa apparire assurdo che molti siano ammessi al vaccino prima di loro, ma non decidiamo noi quante dosi Pfizer e Moderna vengano inviate". Lo dice l’assessore alla Salute della Regione, Ruggero Razza. (L'articolo completo)

La situazione in Italia

Il nuovo bollettino del ministero della Salute di oggi martedì 9 marzo 2021 registra quasi 20 mila nuovi casi su 176331 tamponi (9.59% positivi) e 169005 test rapidi (1.67% positivi). I decessi tornano a salire: 376 i morti registrati nelle ultime 24 ore. Negli ospedali sale la pressione con 562 persone in più ricoverate nei reparti di degenza e 2.756 che restano in vita solo grazie alle macchine della terapia intensiva (56 in più di ieri al netto di 278 nuovi ingressi). Allarme rosso negli ospedali della Lombardia, dove si registrano oggi 4.084 nuovi casi e 63 decessi. 

  • Nuovi casi: 19.749 (ieri 13.902)
  • Casi testati: 106573 (ieri 59549)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 345.336 (ieri 184.684)
  • molecolari: 176331 di cui 16907 positivi pari al 9.59% (ieri 12.59%)
  • rapidi: 169005 di cui 2818 positivi pari al 1.67% (ieri 1.20%)
  • Attualmente positivi: 478.883, +6350 (ieri 472.533, -329)
  • Ricoverati: 22.393, +562 (ieri 21.831, +687)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.756, +56, 278 nuovi (ieri 2.700, +95, 231 nuovi)
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 3.101.093 (ieri 3.081.368)
  • Deceduti dopo Covid test positivo: 100.479 +376 (ieri 100.103, + 318)
  • Totale Dimessi/Guariti: 2.521.731, +12999 (ieri 2.508.732, +13.893)
  • Vaccinati: 1.697.225 (5.587.592 dosi somministrate*) si tratta del 77.5% delle 5.202.990 dosi consegnate da Pfizer e delle 493.000 consegnate da Moderna al 26 febbraio. La campagna vaccinale dedicata agli over 80 non in Rsa ha coinvolto oltre 1.104.325 i "nonni" che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. In distribuzione le prime dosi dei 1.512.000 vaccini AstraZeneca destinati alla fase 3 per le categorie a rischio dai 18 a 55 anni e da ieri approvate anche per l'uso agli over 65: 136mila gli uomini delle forze armate già coinvolti, 423mila tra il personale scolastico. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 150.601 dosi (di cui 42.207 seconde dosi), la metà delle 300mila auspicate.

I nuovi casi e i focolai in Italia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in Sicilia 595 nuovi casi in 24 ore e lieve calo dei ricoveri

PalermoToday è in caricamento