Coronavirus, in Sicilia calo drastico dei malati: 3 i nuovi casi, due in provincia di Palermo

Altri 176 guariti, dopo i 116 di ieri, che portano gli attuali positivi a 1.145. Sono 2.221 i tamponi processati nelle ultime 24 ore: positivo lo 0,13%. Nessun decesso. Altri due pazienti lasciano la terapia intensiva, i ricoverati restano 80

Foto di repertorio (Ansa)

Finalmente in Sicilia iniziano a fioccare i guariti. Dopo i 116 di ieri, oggi ce ne sono altri 176. E siccome i nuovi contagiati continuano a restare molto bassi - appena tre nelle ultime 24 ore su 2.221 tamponi processati (0,13%) - ecco che si assiste a una drastica diminuzione degli attuali malati, che restano 1.145. Non si registra alcun nuovo decesso. Buone notizie anche dagli ospedali: i pazienti ricoverati sono 80, e altri due sono usciti dalla terapia intensiva. Due dei tre nuovi casi sono stati riscontrati in provincia di Palermo.

Ecco il quadro generale comunicato dalla Regione, aggiornato alle ore 15 del 28 maggio. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 142.516 su 122.600 persone: di queste dall'inizio dell’emergenza ne sono risultate positive 3.438, mentre attualmente sono ancora contagiate 1.145 (-173), 2.021 sono guarite e 272 decedute. Degli attuali 80 pazienti (-3) sono ricoverati - di cui 8 in terapia intensiva (-2) - mentre 1.065 (-170) sono in isolamento domiciliare. 

Come funzionano (e perchè sono importanti) i test sierologici | Video

La situazione nel Palermitano e nelle altre province

Due nuovi casi dunque in provincia di Palermo (non è dato sapere in quale Comune perchè la Regione non fornisce questo dato ndr). Ben 21 i guariti nel Palermitano, dove gli attuali malati scendono a 300. Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 38 (0 ricoverati, 102 guariti e 1 deceduto); Palermo, 300 (18, 243, 35); Caltanissetta, 18 (3, 144, 11); Catania, 446 (29, 528, 98); Enna, 15 (1, 378, 29); Messina, 275 (26, 233, 57); Ragusa, 18 (0, 72, 7); Siracusa, 21 (3, 201, 29); Trapani, 14 (0, 120, 5).

Il bollettino nazionale

Trapani non è più "Covid free"

Dopo essere stata sulla ribalta nazionale come provincia "Covid free", Trapani sembra perdere in poche ore il primato a causa di 4 nuovi casi di coronavirus. La conferma arriva dall'Asp. I nuovi positivi sono stati trovati a Mazara del Vallo, Calatafimi Segesta, Castelvetrano e Marsala. Anche se la Regione, non avendo i contagiati contratto il virus nel territorio, non li considera casi "trapanesi"

Ma per molti si tratta di un passo indietro dopo che in tutta la provincia da 28 giorni non si registravano nuovi contagi. Epidemiologicamente però non è così. Il caso di Marsala è una persona asintomatica, rientrata dalle Marche e in quarantena dal 9 maggio; quello di Calatafimi Segesta è invece un paziente che era stato ricoverato a Villa Maria Eleonora di Palermo. Per quanto riguarda il caso di Mazara si tratta di una donna che lavora nel mondo della sanità a Messina, mentre per quanto riguarda il caso di Castelvetrano è una persona asintomatica che è arrivata lo scorso 9 maggio da Verona, posta in quarantena domiciliare.

Come leggere i numeri

I numeri vanno letti e interpretati, se si vuole davvero capire come evolve, in positivo o in negativo, un'epidemia. E si rischia di incorrere in particolare in un equivoco, che va spiegato. Quali sono i numeri che vanno analizzati per capire "come sta andando"? Sono prevalentemente due: i decessi, che sono il dato purtroppo più attuale e più correlabile quindi all'andamento della curva epidemica giorno dopo giorno. E poi il numero di casi totali, perché come detto è solo quello che dà conto di aumenti o diminuzioni nei contagi.

Ovviamente è molto importante per tutti anche il numero dei guariti, ma è un dato clinico, non epidemiologico: se ad esempio domani ci fossero 300 nuovi casi e guarissero tutti all'istante, facendo un'ipotesi estrema, pur essendo una splendida notizia non cambierebbe nulla sul piano della curva epidemiologica, che risulterebbe in salita di 300 casi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco perché il dato che più trae in inganno è quello degli "attualmente positivi". Molti fraintendendo lo considerano il numero dei nuovi contagiati del giorno, ma è evidente che non è così. Si tratta solo del "paniere" dei malati totali di Coronavirus a cui via via vengono sottratti i morti e i guariti. Dipende quindi non dal numero di persone che fisicamente il giorno prima sono state sottoposte a tampone e dichiarate positive, ma dagli altri due fattori, morti e guariti. Ed ecco perché si crea l'equivoco: se aumentano guariti e deceduti è inevitabile che calino gli "attualmente positivi", il che non vuol dire affatto che ci siano meno contagi oggi rispetto a ieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento