Coronavirus, in Sicilia altri 107 contagiati: ma scendono ricoverati e terapie intensive

Sono 54 i nuovi casi in provincia di Palermo, 6 invece sono migranti dell'hotspot di Lampedusa. Due le vittime: un settantenne di Catania e una donna di 76 anni di Ragusa. Cinque persone in meno negli ospedali rispetto a ieri

Altri 54 nuovi casi in provincia di Palermo, 107 in tutta la Sicilia. Si registrano anche altre due vittime. Questo quanto emerge dal bollettino del ministro della Salute di oggi sull'emergenza Coronavirus. I nuovi contagi a Palermo sarebbero ufficialmente 60, ma la Regione precisa che 6 dei positivi sono migranti dell'hotspot di Lampedusa. I tamponi processati nelle ultime 24 ore sono stati 5.330, la percentuali dei positivi è dunque del 2%. 

I due morti sono entrambi nel Catanese. Si tratta di un commercialista settantenne di Biancavilla rimasto contagiato insieme alla moglie (guarita) in un villaggio turistico a Palermo e ricoverato da giorni all’ospedale San Marco di Catania. L'altra vittima è una donna di 76 anni originaria della provincia di Ragusa. 

Buone notizie arrivano invece dagli ospedali, dove per la prima volta da settimane scendono sia il numero dei ricoverati (235, -2 rispetto a ieri) che dalle terapie intensive (13 pazienti, -3). Da segnalare anche 36 guariti. Gli attuali positivi salgono quindi a 2530, di questi 2.282 (90%) in isolamento domiciliare. Questa invece la divisione per provincia: Catania, 24; Messina 2; Siracusa, 1; Enna 3; Ragusa 4; Trapani, 2;  Agrigento 9; Caltanissetta 2. 

Nuove disposizioni per le residenze Universitarie Ersu

Al fine di contrastare e contenere la diffusione del virus covid-19, da giorno lunedì 28 settembre 2020 sarà possibile accedere, rientrare o permanere presso le residenze universitarie secondo nuove procedure. Indicazioni specifiche per gli studenti richiedenti posto letto anno accademico 2020/21 e/o che intendono accedere, rientrare o permanere nelle residenze dopo la chiusura estiva. Le operazioni di ingresso e/o di reingresso o permanenza nelle strutture inizieranno, a partire da giorno lunedì 28 settembre 2020 (solamente se è stata presentata regolare domanda di borsa di studio e servizio abitativo per l’a.a. 2020/21), in seguito a esito negativo di test di tampone rapido cui saranno sottoposti obbligatoriamente tutti gli studenti già residenti o che saranno autorizzati all’ingresso secondo le modalità indicate (vai al sito).

“Auguro buon lavoro e buono studio a tutti gli studenti universitari per il nuovo anno accademico – dichiara il presidente dell’Ersu, Giuseppe Di Miceli – con la consapevolezza per tutti della necessità di osservare per il bene comune le procedure e le disposizioni di prevenzione messe in atto dall’Ente per garantire benefici  e servizi”.

Bollettino 25 settembre-2

La situazione nel resto d'Italia

Il nuovo bollettino conferma il preoccupante trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2. Oggi si registrano infatti 1.912 nuovi casi di contagio su 107.269 tamponi processati. Purtroppo si registrano anche 20 decessi di pazienti covid. Stabili i ricoveri in ospedale ma tre regioni restano sotto particolare sorveglianza: Campania, Lazio e Lombardia.

L'ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri giovedì 24 settembre registrava 1.786 i nuovi casi a fronte di un nuovo record di tamponi 108.019 (5mila in più rispetto a ieri). 23 i nuovi decessi, mentre aumentano ricoveri (+73) e pazienti critici (+2). Tre le regioni sopra quota 200 casi (Veneto, Lombardia e Lazio), 195 i casi in Campania.

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 25 settembre

Attualmente positivi: 47.718
Deceduti: 35.801 (+20, +0,06%)
Dimessi/Guariti: 222.716 (+954, +0,43%)
Ricoverati: 2.981 (+4)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 244 (-2)
Tamponi: 1.089.963 (+107.269)
Totale casi: 306.235 (+1.912, +0,63%)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento