menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il furgone che trasporta le fiale di vaccino (Foto Ansa)

Il furgone che trasporta le fiale di vaccino (Foto Ansa)

Coronavirus, in Sicilia 720 nuovi contagi e 17 morti: intanto il vaccino è arrivato in Italia

Il furgone con a bordo 9.750 fiale partito dal Belgio è atteso all'ospedale Spallanzani di Roma. Il 27 dicembre partirà la vaccinazione anche in Sicilia: a chi andranno le prime dosi

Sono 720 i nuovi contagiati in Sicilia su 6.472 tamponi processati. E' quello che emerge dal bollettino di oggi relativo all’emergenza Coronavirus nell'Isola nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività sale all'11,1% nonostante un numero di contagi inferiore rispetto a giovedì. Da registrare purtroppo 17 nuovi decessi (numero dei morti comunque in calo rispetto a ieri): il totale delle vittime in Sicilia ammonta quindi a 2.256.

Dai dati comunicati oggi pomeriggio dal Ministero della Salute si evince che le persone attualmente positive nell'Isola sono 33.232 (-148 rispetto a ieri). Per quello che riguarda i contagiati da Covid, il totale da inizio epidemia sale a 88.597. I guariti ammontano invece a 53.109, 851 in più rispetto a quanto registrato ieri. Negli ospedali siciliani scendono i ricoveri in regime ordinario: sono 995. In terapia intensiva si registrano 15 ingressi giornalieri, il totale dei ricoverati è 174.

Per quanto concerne la distribuzione nelle province siciliana quella catanese fa registrare, ancora una volta, il maggior numero di casi con 222. A ruota Messina con 201, poi Palermo 63, Caltanissetta 56, Agrigento 49, Siracusa 42, Ragusa 43, Trapani 37 ed Enna 7.

coronavirus bollettino-3

Coronavirus, il bollettino di oggi in Italia

L'epidemia di coronavirus in Italia: il bollettino di oggi, venerdì 25 dicembre 2020. Sono 19.037 i nuovi casi di Covid 19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore, dato che porta il totale a 2.028.354. Le vittime sono 459 (in tutto 71.359 da inizio emergenza). Le persone guarite nelle ultime 24 ore sono 32.324 (1.377.109 dall'inizio della pandemia).

Mentre l'Italia vive un Natale blindato, le prime dosi di vaccino anti-Covid sono arrivate in Italia in vista del V-Day del 27 dicembre. Contagi e decessi contiuano ad essere elevati, con il timore di una terza ondata a gennaio: per questo motivo il premier Conte sembra stia valutando l'ipotesi di una nuova zona rossa.

  • Attualmente positivi: 579.886
  • Deceduti: 71.359 (+459)
  • Dimessi/Guariti: 1.377.109 (+32.324)
  • Ricoverati: 25.986 (-673)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.584 (-5)
  • Tamponi: 25.904.694 (+152.334)
  • Totale casi: 2.028.354 (+19.037, +0,95%)

Intanto le prime dosi del vaccino anti-covid targato Pfizer-Biontech destinate all'Italia hanno varcato stamattina la frontiera del Brennero a bordo di un furgone scortato dai carabinieri. Il mezzo, che trasporta 9750 fiale, arriva dal Belgio ed è diretto all'ospedale Spallanzani di Roma. Da domani saranno divisi per ogni regione e il 27 dicembre, giorno del V-day, partirà la vaccinazione.

Vaccino anti Covid, parte l'operazione Eos

Parte l'operazione Eos, disposta dal Ministro Guerini, su richiesta del Commissario Straordinario Arcuri e in stretta cooperazione con la sua struttura e con il Ministero della Salute. "In una prima fase - spiegano in una nota dalla Difesa - i mezzi e gli aeromobili militari contribuiranno a distribuire le prime 9.750 dosi recapitandole a destinazione mentre sarà assicurato dai carabinieri il servizio di scorta ai movimenti via terra. Le successive dosi di Pfizer, così come previsto dal Piano Vaccini, saranno consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla Struttura commissariale in accordo con le Regioni". Nella seconda fase, non appena disponibili i vaccini di tipo "cold" delle altre case farmaceutiche (AstraZeneca, Moderna, etc), le Forze Armate in base alle indicazioni fornite dal Commissario Straordinario saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale.

Tutto pronto all'Istituto di medicine infettive Spallanzani di Roma dove verranno portate le dosi di vaccino e a loro volta smistate. "Questa mattina - ha spiegato in un videomessaggio l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato - è stato effettuato un sopralluogo nella zona di stoccaggio dei vaccini anti Covid-19. La macchina è pronta per l'avvio, nella Regione Lazio, della somministrazione dei vaccini".

Vaccino anti Covid: a chi andranno le prime dosi

Il V-Day - anche in Sicilia - sarà il domenica 27 dicembre. Il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci e l’assessore alla Salute Ruggero Razza saranno al Civico di Palermo per dare l’avvio alla campagna di vaccinazione nell’Isola. Le 685 dosi di vaccino destinate in questa prima fase alla Sicilia arriveranno entro domani all'aeroporto Boccadifalco di Palermo con un aereo della Protezione civile.

Ma le consegne delle dosi di vaccino continueranno per tutto il 2021 "in conformità con i termini del contratto di fornitura", fanno sapere le aziende. Il titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio in tutti i paesi dell’Unione Europea sarà BionTech. La distribuzione del vaccino sul territorio italiano sarà stabilita secondo i criteri di priorità definiti dal Servizio sanitario nazionale. E se il vaccino al momento è autorizzato per i soggetti sopra i 16 anni, "sono programmati studi sulla fascia d'età pediatrica", ha fatto sapere Valentina Marino, direttore medico di Pfizer Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento