Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Covid, la Sicilia sfiora i 1.500 nuovi contagi: in terapia intensiva superati i 100 ricoveri

I nuovi positivi sono 1.491. La maggior parte nelle province di Palermo, Catania e Messina. Altre diciassette persone sono state portate nelle aree ad alta intensità di cure nelle ultime 24 ore (per un totale di 102 letti occupati). Ancora una volta la Sicilia registra i valori peggiori di tutta Italia

Quasi 1.500 casi di Coronavirus diagnosticati in Sicilia nelle ultime 24 ore. I nuovi positivi, secondo il bollettino odierno del ministero della Salute sono 1.491, a fronte di 19.927 tamponi processati (9.246 molecolari e 10.681 rapidi). I test validati sono circa settemila in più di ieri e il tasso di positività è sceso al 7,4%. Continuano ad aumentare i ricoveri: superati i 100 posti letto occupati in terapia intensiva. Ancora una volta la Sicilia registra i valori peggiori di tutto lo Stivale sia come imcremento dei contagi, sia come occupazione ospedaliera.

I ricoverati con sintomi Covid nei reparti ordinari sono 740 (ieri 729), ai quali vanno aggiunti i 102 pazienti in terapia intensiva (ieri 88) con diciassette nuovi ingressi. Complessivamente nei nosocomi dell'Isola ci sono 842 pazienti che lottano conto il virus (ieri 817). Altri 24.105 positivi sono invece in isolmento domiciliare (ieri 23.329).Il totale degli attuali positivi è quindi di 24.947 (ieri 24.146).
 
Nelle ultime 24 ore 679 persone sono state dichiarate guarite. Il totale da inizio pandemia è di 235.967. Dall'inizio dell'emergenza, le vittime sono 6.250. Nel report di oggi ne sono segnate undici, ma dalla Regione precisano che una vittima di ieri, sette fanno riferimento a domenica; una a sabato 21. E ancora una vittima è riferibile al 18 agosto e una al 16. 

La divisione dei nuovi casi per provincia. Palermo totalizza 374 nuovi contagi, Catania 247; Messina 246; Siracusa 62; Ragusa 78; Trapani 170; Caltanissetta 141; Agrigento 129; Enna 44.

Sicilia in bilico tra bianco e giallo

Con il tasso di occupazione dei posti letto negli ospedali al 19% e il dato delle terapie intensive al 9% (le soglie limite sono rispettivamente 15 e 10%), la Sicilia rischia di finire in zona gialla. Per l'Isola sarà decisivo l'appuntamento di venerdì, quando la cabina di regia nazionale - dopo il monitoraggio di questa settimana - emetterà la nuova "sentenza". Se la nostra regione dovesse cambiare colore si tornerebbe all’obbligo di mascherine in tutti i luoghi al chiuso e in quelli all’aperto, nonché alle limitazioni per gli esercizi pubblici. (L'articolo completo)

Vaccini

#VacciniTour farà tappa domani a Capaci e giovedì a Terrasini, due dei tre Comuni della provincia di Palermo dove - per cercare di frenare i contagi - la Regione ha introdotto misure più restrittive. L'obiettivo è portare in questi due centri la percentuale delle vaccinazioni sopra il 60%. (L'articolo completo)

Poseguiranno fino a martedì 14 settembre gli “open days”, l’iniziativa voluta dalla Regione per incentivare la campagna di vaccinazione contro il Covid 19. La decisione di implementare ulteriormente l’attività è stata presa dall’assessorato alla Salute, in considerazione dell’aumento di positivi al virus. (L'articolo completo)

I dubbi sul green pass

"La preoccupazione per un altro inverno critico non è minimamente mitigata dalla momentanea permanenza della Sicilia in zona bianca. Le nostre aziende rischiano di pagare ancora il conto dell'incapacità e della inefficienza di una classe dirigente politica che prima non è stata in grado di garantire il contenimento dei contagi che continuano inesorabilmente a crescere e poi non è stata in grado di organizzare una campagna vaccinale adeguata. I fatti sono chiari: la Sicilia ha di gran lunga il più alto numero di contagi ed è agli ultimi posti per vaccini inoculati”. Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, dà voce alle preoccupazioni di migliaia di imprenditori che rappresentano una fetta importante del tessuto economico e garantiscono decine di migliaia di posti di lavoro. (L'articolo completo)

Feste private, green pass e tamponi

Dopo i dubbi sollevati da più parti all'ultima ordinanza del presidente della Regione, da Palazzo d'Orleans precisano che: ""per le attività di banchetto e per gli eventi privati l’obbligo di tampone rinofaringeo - per gli operatori e per i partecipanti nelle 48 ore antecedenti l’evento - è previsto, nello spirito della ordinanza che tende a favorire l'immunizzazione della popolazione, solamente per coloro che non sono vaccinati contro il Covid".

La situazione in Italia (fonte Today.it)

Nelle ultime 24 ore si sono registrati in Italia 6.076 nuovi casi a fronte di 266.246 tamponi effettuati. Ieri i contagi erano stati 4.168 su 101.341 test. I nuovi decessi sono 60, che fanno così salire il totale dall'inizio della pandemia a 128.855. Il tasso di positività si attesta al 2,3%, in calo rispetto al 4,1% del giorno precedente.

  • Attualmente positivi: 135.325
  • Deceduti: 128.855 (+60)
  • Dimessi/Guariti: 4.230.677 (+6.248)
  • Ricoverati: 4.540 (+127)
  • di cui in Terapia Intensiva: 504 (+19)
  • Tamponi: 82.370.951 (+266.246)
  • Totale casi: 4.494.857 (+6.076, +0,14%)
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la Sicilia sfiora i 1.500 nuovi contagi: in terapia intensiva superati i 100 ricoveri

PalermoToday è in caricamento