Coronavirus, altri due morti in Sicilia: sono 140 i nuovi contagiati

Una percentuale di positivi su tamponi fatti (5.552) che si attesta al 2,52%. Migliore rispetto a ieri la situazione negli ospedali, con 4 persone in meno ricoverate rispetto a ieri. I guariti superano quota tremila. Sono 62 i nuovi casi in provincia di Palermo

Medici all'ospedale Cervello

Due vittime e altri 140 nuovi casi di Coronavirus in Sicilia. Una percentuale di positivi su tamponi fatti (5.552) che si attesta al 2,52%. E poi 26 guariti (col totale che supera quota quattromila dall'inizio della pandemia), e una situazione ospedaliera migliore rispetto a ieri. La provincia di Palermo resta anche oggi - ormai è così da diversi giorni - quella più colpita con 62 nuovi casi. 

I morti diventano dunque 314. Le autorità competenti da giorni centellinano le informazioni sulle vittime positive al Covid. Spesso si limitano a fornire esclusivamente la provincia in cui sono morti. Niente età, niente sesso. Come fossero semplici numeri e non persone. La buona notizia di oggi è che il saldo delle persone ricoverate con sintomi porta il segno meno: sono 303 (-4). Mentre quelli in terapia intensiva diventano 21 (+1). Diventano 3.048 invece gli attuali positivi, di cui 2.724 in isolamento domiciliare. 

Oltre alla provincia di Palermo gli altri nuovi contagi sono stati trovati in quella di Catania (36), Trapani (14), Messina (4), Siracusa (1), Enna (1), Ragusa (6), Agrigento (6), Caltanissetta (10).

La situazione nel resto d'Italia

Il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 2 ottobre 2020 conferma il preoccupante trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2 che hanno portato il numero dei pazienti Covid oltre quota 52mila sui livelli di metà maggio, ma allora l'onda era in diminuzione. Oggi si registrano 2.499 nuovi casi a fronte di un record di tamponi processati, ben 120.301. Si registrano purtroppo 23 morti di pazienti Covid-19, un numero che conta diversi decessi nelle Rsa. Quasi 300 i posti letto occupati da pazienti Covid nelle terapie intensive mentre prosegue l'aumento dei ricoveri (+48). Tra le regioni sotto osservazione la Campania che oggi sfiora i 400 nuovi casi e la Lombardia (+307). Balzo dei casi nel Lazio (+264) e in Toscana (+223).

L'ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri giovedì 1 ottobre ha destato molta preoccupazione per l'improvviso boom di contagi che hanno delineato i contorni della attesa seconda ondata di contagi. Ieri infatti si registravano ben 2.548 nuovi casi seppure con un numero record di tamponi, 118.236. Risultavano inoltre 291 persone ricoverate in terapia intensiva (+11), oltre 3mila quelle ricoverate nei reparti Covid e 24 decessi. Preoccupante l'aumento di contagi in Veneto, ben oltre quota 400 nuovi casi, e Campania (+390) così come in Lombardia (+324). Rt superiore a 1 nel Lazio che ha deliberato l'obbligo di mascherine anche all'aperto.

Coronavirus, il bollettino di venerdì 2 ottobre

Attualmente positivi: 53.997
Deceduti: 35.941 (+24)
Dimessi/Guariti: 229.970 (+1.126)
Ricoverati: 3.142 (+48)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 294 (+3)
Tamponi: 120.301
Totale casi: 319.908 (+2.499)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento