menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Sicilia sfiora i duemila nuovi casi in 24 ore: altre 38 vittime

Secondo i dati del ministero della Salute i nuovi contagi accertati sono 1.954. E' la regione con il maggiore incremento dopo la Lombardia. I tamponi (molecolari e rapidi) sono stati complessivamente 25.097 e il tasso di positività scende al 7,7%. Sedici nuovi ingressi nelle Terapie intensive

La Sicilia sfiora, ancora una volta, i duemila nuovi casi di Coronavirus accertati in sole 24 ore. E' la regione con il maggiore incremento dopo la Lombardia, che ne ha 2.134. Secondo i dati del ministero della Salute i nuovi contagi accertati sono 1.954 (appena 9 in più di ieri), le vittime 38 (una in meno di ieri) e i guariti 1.509 (217 in meno di ieri). Con questi numeri l'Isola si appresta a fare il suo ingresso in zona rossa e a rivivere, sostanzialmente, un periodo di lockdown. Le massime restrizioni scatteranno da mezzanotte.

Sul fronte tamponi nelle ultime 24 ore ne sono stati eseguiti 25.097. Un numero molto elevato, dato dal fatto che da ieri nel bollettino vengono conteggiati anche i test antigenici (i cosiddetti "rapidi"). La percentuale di positività è quindi del 7,7%. In miglioramento rispetto all'8,1% di ieri. Nel dettaglio però i tamponi molecolari processati sono stati 10.350, i tamponi rapidi sono stati 14.747. Calcolando il rapporto positivi-test molecolari la percentuale sarebbe del 18,8% quindi più del 18.4% di ieri.

Il bollettino quotidiano che arriva da Roma attesta che i ricoverati con sintomi sono 1.406, ai quali si devono sommare 212 pazienti nei reparti di Terapia Intensiva (con 16 nuovi ingressi) per un totale di 1.618 cittadini in ospedale. In isolamento domiciliare c'è un "esercito" di 43.834 persone. Il totale dei positivi tocca quindi quota 45.452 (407 in più rispetto a ieri). I 1.509 nuovi dimessi/guariti porta il totale da inizio pandemia a 70.884. Mentre le 38 vittime fanno salire il bilancio complessivo a 2.954.

La divisione dei nuovi casi per provincia (il primo valore è il totale, il secondo l'incremento in 24 ore): Catania 34.392 (443); Palermo  32.115 (423); Messina 15.175 (434); Trapani 8.314 (189); Siracusa 7.797 (154); Ragusa 7.580 (51); Caltanissetta 5.300 (120); Agrigento 4.766 (76); Enna 3.851 (64).

16 gennaio-2-2

Lo screening per le scuole

Prosegue senza sosta lo screening dell’Asp di Palermo negli istituti scolastici della città e della provincia. Nella giornata di ieri sono stati complessivamente 1.474 (di cui 532 al drive in della Fiera) i tamponi effettuati e sono stati individuati 4 positivi (di cui uno alla Fiera), ovvero lo 0,27%. L’attività riguarda studenti, personale docente e non docente. Il drive in oggi e domani (domenica), dalle 14 alle 18, sarà dedicato esclusivamente al mondo della scuola. (L'articolo completo)

In provincia

Niente scuola in presenza a Monreale fino al 23 gennaio. Gli alunni almeno per il momento proseguiranno con la didattica a distanza. Ad annunciarlo, tramite Facebook, il sindaco Alberto Arcidiacono. "Avendo riconosciuto fondamentale la campagna di screening lanciata in questi giorni rivolta alla comunità scolastica, in attesa degli esiti della stessa - scrive il primo cittadino - scelgo di sospendere le attività in presenza, per tutte le scuole del nostro territorio (di ogni ordine e grado) fino al 23 gennaio, certo che tutto ricomincerà nel migliore dei modi". (L'articolo completo)

Scuole chiuse anche a Petralia Soprana fino al 31 gennaio. Il sindaco ha disposto anche la sospensione del mercato settimanale del venerdì e il divieto di ingresso sul territorio comunale agli ambulanti provenienti da altri Comuni. (L'articolo completo)

Perchè la Sicilia è zona rossa

Nel corso di una conferenza stampa convocata per fare il punto della situazione, il governatore Nello Musumeci gli assessori alla Salute, all'Economia e all'Istruzione - Razza, Armao e Lagalla - hanno chiarito che la zona rossa "è stata chiesta sulla base dei dati relativi alla costante e graduale crescita dei contagi: un indice Rt regionale che nel suo punto massimo segnava già 1,25 e i 2.000 nuovi positivi al giorno hanno fatto valutare al Comitato tecnico scientifico e all’Osservatorio epidemiologico dell’assessorato alla Salute l’opportunità di anticipare di una settimana quello che quasi certamente si sarebbe verificato fra sette giorni". Anche i dati di contact tracing hanno suggerito l’adozione del provvedimento, "posto che in genere la media regionale è oltre la soglia dei 50 positivi su 100mila abitanti e in molti casi addirittura sopra i 250/100mila (400/100mila a Messina"). (L'articolo completo)

L'ordinanza di Musumeci (testo integrale)

La situazione nel resto d'Italia

In tutta Italia si registrano 16.310 nuovi casi di cui 15.446 identificati da test molecolare (9.46%) e 864 dai tamponi antigenici rapidi (0.88%). 475 i decessi, sostanzialmente stabile l'occupazione dei posti letto in ospedale al netto di 170 nuovi ingressi di pazienti in terapia intensiva.

  • Nuovi casi: 16.310 (ieri 16.146)
  • casi testati: 84.965 (ieri 80.885 di cui 19.96% positivi)
  • tamponi (diagnostici e di controllo): 260.704 (ieri 273.506)
  • molecolari: 163.230 di cui 15.446 positivi (ieri 156.647 di cui 9.69% positivi)
  • rapidi: 97.474 di cui 864 positivi (ieri 116.859 di cui 0.8% positivi)
  • attualmente positivi: 557.717 (ieri 558.068, -3312)
  • ricoverati: 22.784 (ieri 22.841, -269)
  • ricoverati in Terapia Intensiva: 2.520, 170 nuovi (ieri 2.522, -35, 156 nuovi ingressi)
  • totale casi positivi: 2.366.912 (ieri 2.352.423)
  • deceduti: 81.800 (ieri 81.325, +477)
  • totale dimessi/guariti: 1.729.216 (ieri 1.713.030)

Vaccinati: 1.059.294 (ieri erano 1.002.044). Si tratta del 75% delle 1.408.875 dosi consegnate da Pfizer all'12 gennaio. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Pfizer ha avvertito che "dalla prossima settimana" ci sarà un calo nelle consegne di vaccini anti-Covid che potrebbe mettere a rischio il rispetto del calendario vaccinale.?

I contagi regione per regione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento