Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: oltre 2.000 nuovi tamponi e un solo nuovo positivo

Passa da 841 a 842 il numero delle persone che sono attualmente affette dal Covid-19 nell'Isola. Il dato è reso noto dalla Protezione civile nazionale. Sono 33 i ricoverati con sintomi, tre pazienti sono in terapia intensiva, 806 in isolamento domiciliare

Sale solamente di un'unità - ieri 841 e oggi 842 - il numero delle persone che, in Sicilia, sono attualmente positive al Coronavirus. Il dato è estratto dalla sintesi inviata dalla Protezione civile nazionale, dal momento che gli aggiornamenti da parte della Regione non sono più quotidiani e vengono interrotti nel finesettimana.

Secondo il dipartimento di Protezione civile, il quadro aggiornato alle 17 di oggi nell'Isola è il seguente: ci sono 33 pazienti ricoverati con sintomi, tre terapia intensiva, 806 isolamento domiciliare. Il totale degli attualmente positivi è di 842 persone, con un caso in più attestato nelle ultime 24 ore. I casi totali dall'inizio dell'emergenza sono stati 3.456 (582 a Palermo) da inizio pandemia Il numero dei tamponi eseguiti (complessivamente) è di 178.319 con 149.516 casi testati. In 24 ore sono stati processati 2.086 tamponi. 

La situazione nazionale

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi 13 giugno, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 236.651, con un incremento rispetto a ieri di 346 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 27.485, con una decrescita di 1.512 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, 220 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 7 pazienti rispetto a ieri. Sono 3.747 le persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 146 pazienti rispetto a ieri. Sono invece 23.518 persone, pari all’86% degli attualmente positivi, i pazienti isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono 55 e portano il totale a 34.301. Nel numero totale sono conteggiati anche 23 decessi comunicati dalla Regione Lazio ma riferiti ai mesi di marzo e aprile. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 174.865, con un incremento di 1.780 persone rispetto a ieri.

Il ritorno alla normalità

La ripresa di ritmi e abitudini di vita "normali" passa anche dalla riapertura della piscina comunale. I cancelli dell'impianto di viale del Fante, adeguato alle norme anti Covid, riapriranno lunedì ai tesserati delle società natatorie, mercoledì all'utenza generale. Ci sono però rigide regole da rispettare: dall'accesso su prenotazione alla capienza limitata passando per l'uso della mascherina se si è in zone comuni.

Si torna a nuotare alla piscina comunale, accesso su prenotazione: le nuove regole

Il vaccino

Intanto sembrano abbreviarsi i tempi per il vaccino. "Una notizia molto bella e importante. Insieme ai ministri della Salute di Germania, Francia e Olanda, dopo aver lanciato nei giorni scorsi l’alleanza per il vaccino, ho sottoscritto un contratto con Astrazeneca per l’approvvigionamento fino a 400 milioni di dosi di vaccino da destinare a tutta la popolazione europea", ha annunciato ìl ministro della Salute Roberto Speranza con un post su Facebook, dopo avere informato il Consiglio dei ministri e gli ospiti presenti agli Stati generali dell'economia che si stanno svolgendo a Roma.

Coronavirus, vaccino anche in Italia. Speranza: "Prime dosi entro l'anno"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Utile come un termometro, aiuta a scoprire le polmoniti: perché comprare un saturimetro

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

Torna su
PalermoToday è in caricamento