menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Bagheria al cimitero

Il sindaco di Bagheria al cimitero

Bagheria, sindaco visita cimitero: "Morte 22 persone durante l'emergenza, ma non per il Coronavirus"

Dal Comune fanno sapere: "Le salme di questi concittadini non hanno potuto avere la giusta cerimonia funebre per le disposizioni governative sul contenimento del contagio"

Nel periodo di emergenza Coronavirus, a Bagheria sono morte 22 persone non a causa del Covid-19 ma per altri motivi. Lo fanno sapere dagli uffici del Comune. "Le salme di questi concittadini - si legge in una nota - non hanno potuto avere la giusta cerimonia funebre, per le disposizioni governative sul contenimento contagio Coronavirus e la chiusura al pubblico del cimitero comunale. Il sindaco, insieme all'assessore ai servizi cimiteriali Barone, ha voluto rendere omaggio a questi nostri cari defunti, e a tutti gli altri che riposano nel cimitero comunale e che per il momento non possono riceve le visite dei propri parenti".

L'amministrazione comunale, informa i cittadini che il cimitero è vigilato dagli operai comunali. "Si occupano della cura delle tombe - dicono dal Comune - togliendo i fiori secchi ed annaffiando le piante dove  sono presenti".

"I fiori possono appassire, le lacrime si possono asciugare, ma il ricordo dei nostri  cari non svanirà mai" ha detto il sindaco Filippo Tripoli, che invita tutti al ricordo e preghiera dei propri cari defunti che potranno presto tornare a visitare al camposanto: "Voglio rassicurare i cittadini che anche se non si può fare visita alle tombe dei propri cari, per i motivi legati all'emergenza Coronavirus, i nostri operai ne curano il loro decoro come farebbero i parenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento