Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Fotomontaggio di Conte arrestato, assessore parla in Aula: "Non volevo offenderlo"

Le scuse di Messina ("Chi mi conosce sa che sono una persona contraria alla violenza", ha detto) sono state salutate positivamente dal presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè

"Non era assolutamente mia intenzione offendere il presidente del Consiglio Conte o aizzare all'odio. La violenza non fa parte della mia cultura". Lo ha detto l'assessore al Turismo della Regione Siciliana, Manlio Messina, in apertura della seduta d'Aula a Sala d'Ercole dedicata alla discussione generale sulla Finanziaria, tornando sulla pubblicazione di un post Facebook che ieri ha sollevato numerose polemiche.

Il post conteneva un fotomontaggio con due carabinieri che conducevano in arresto il premier Giuseppe Conte e sotto la scritta: "Fase 3". Messina, a cui ieri il governatore Musumeci ha chiesto di togliere il post, ha spiegato: "Chi mi conosce sa che sono una persona contraria alla violenza e al denigrare le persone. Ho postato quella vignetta con il sorriso e senza nessun tipo di insulto rivolto al premier o alle istituzioni ma quel gesto ha offeso qualcuno ed era giusto togliere il post". Le scuse di Messina sono state salutate positivamente dal presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fotomontaggio di Conte arrestato, assessore parla in Aula: "Non volevo offenderlo"

PalermoToday è in caricamento