Fotomontaggio di Conte arrestato, assessore parla in Aula: "Non volevo offenderlo"

Le scuse di Messina ("Chi mi conosce sa che sono una persona contraria alla violenza", ha detto) sono state salutate positivamente dal presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè

L'assessore Messina

"Non era assolutamente mia intenzione offendere il presidente del Consiglio Conte o aizzare all'odio. La violenza non fa parte della mia cultura". Lo ha detto l'assessore al Turismo della Regione Siciliana, Manlio Messina, in apertura della seduta d'Aula a Sala d'Ercole dedicata alla discussione generale sulla Finanziaria, tornando sulla pubblicazione di un post Facebook che ieri ha sollevato numerose polemiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il post conteneva un fotomontaggio con due carabinieri che conducevano in arresto il premier Giuseppe Conte e sotto la scritta: "Fase 3". Messina, a cui ieri il governatore Musumeci ha chiesto di togliere il post, ha spiegato: "Chi mi conosce sa che sono una persona contraria alla violenza e al denigrare le persone. Ho postato quella vignetta con il sorriso e senza nessun tipo di insulto rivolto al premier o alle istituzioni ma quel gesto ha offeso qualcuno ed era giusto togliere il post". Le scuse di Messina sono state salutate positivamente dal presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento