Coronavirus. Saitta (Ugl medici): "L'epidemia non è finita, i palermitani rimangano a casa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Negli ultimi due giorni, andando a lavorare nel reparto di Malattie infettive dell’Ospedale dei Bambini, ho avuto la percezione di vedere in giro molte più persone di quanto ne incontrassi nei giorni precedenti". Così il segretario provinciale dell’Ugl medici, Marcello Saitta, che inviata i palermitani "a rimanere a casa".

"Anche se i dati sembrano un po' più confortanti - spiega Saitta - è proprio questo il momento in cui bisogna non abbassare la guardia e stare più attenti. Bisogna rimanere a casa. Auspico che le forze dell’ordine svolgano una maggiore azione di controllo sul territorio e che fermino le persone per capire se realmente hanno necessità di stare fuori casa e sanzionino chi trasgredisce perché il virus non è stato debellato".

"L’epidemia non è finita - conclude Saitta - ha semplicemente rallentato ma questo non vuol dire che il virus non possa riprendere di nuovo a circolare per cui diventa fondamentale, per non vanificare i sacrifici fatti fino ad oggi che si rispettino le disposizioni emanate dalle autorità . Da medico vi dico in particolare ai palermitani 'aiutateci ad aiutarvi' rimanendo a casa".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento