rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Alan Kurdi, via libera al trasbordo dei migranti su traghetto Tirrenia: operazioni al largo di Palermo

La nave Rubattino, che normalmente effettua la tratta Palermo-Napoli in convenzione con lo Stato, è stata scelta per la quarantena dei 146 migranti soccorsi dalla ong Sea Eye. Falcone: "Ci auguriamo che sia soluzione idonea". La Regione aveva individuato la Motonave Azzurra della Gnv

I 146 migranti soccorsi dalla Alan Kurdi, la nave della ong tedesca Sea Eye, verranno trasbordati sul traghetto Rubattino della Tirrenia. E' qui che i migranti verranno sottoposti ai tamponi per rintracciare eventuali casi di Coronavirus e staranno in quarantena obbligatoria prima della loro redistribuzione nei paesi della Ue. 

I dettagli dell'operazione sono stati decisi nel corso di una riunione del Centro coordinamento soccorsi, in modalità videoconferenza. Presenti il prefetto di Palermo, il sindaco Leoluca Orlando, i responsabili della Croce Rossa, dell'Asp, della Protezione civile, i vertici delle forze di polizia territoriali, il comandante provinciale dei vigili del fuoco, il direttore marittimo della Sicilia Occidentale e comandante della Capitaneria di porto, il direttore regionale degli uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera-Servizi assistenza sanitaria naviganti (Usmaf). 

Le immagini del trasbordo dei 46 migranti | Video

Lo scopo del vertice è stato trovare "un modulo organizzativo idoneo a garantire le condizioni di massima sicurezza alle operazioni di trasbordo, anche a tutela della altre imbarcazioni ormeggiate in rada, con il precipuo contributo della guardia di finanza, in ragione della specificità delle funzioni operative della stessa nel comparto della sicurezza sul mare, con il concorso del corpo della Capitaneria di porto-Guardia Costiera, programmando la necessaria attività di vigilanza anche nella fase successiva della quarantena".

La Rubattino è partita alla volta del punto concordato - a circa 12 miglia dalla costa palermitana - dove, con ausilio delle motovedette della Capitaneria di porto, verrà eseguito il trasbordo dei migranti. A bordo della nave della Tirrenia 22 tra medici e personale sanitario della Croce Rossa (giunti con un aereo della guardia di finanza), che si occuperanno di prestare le dovute cure e gestire successivamente la quarantena. La Rubattino - che solitamente effettua la tratta Palermo-Napoli, in regime di convenzione con lo Stato -  per tutta la durata della quarantena sosterà a circa un miglio dal porto di Palermo. Da quanto si apprende, stasera la corsa per Napoli salterà e solo domani dovrebbe arrivare la nave sostitutiva (la Tommy, sempre del gruppo Onorato) per garantire il collegamento con il Continente. 

L’autorità sanitaria locale ha già provveduto ad allertare "le strutture ospedaliere locali in vista di possibili interventi di necessario ricovero", individuando i laboratori deputati all’analisi dei tamponi, che saranno effettuati tempestivamente nei riguardi di tutti i migranti e del personale di bordo. La Croce Rossa ha messo a disposizione personale sanitario oltre ad una camera di biocontenimento, ricevuta in dotazione dal ministero della Salute, da installare sulla nave Rubattino per l’immediato isolamento dei casi sospetti Covid, per la quale è stata approntata un’apposita pianificazione, volta a modularne la realtà planimetrica in funzione delle esigenze eccezionali connesse all’emergenza epidemiologica in atto, conformemente alle disposizioni del ministero della Salute.

La scelta di usare la Rubattino, nave che attualmente garantisce alla Sicilia l'approvvigionamento delle merci dalla terraferma, arriva un po' a sorpresa. Il governo regionale infatti aveva individuato la Motonave Azzurra della compagnia Gnv, già dotata di protocollo sanitario per l'assistenza a bordo di casi di Covid-19 positivi, per la quarantena dei migranti soccorsi in mare al largo delle coste siciliane. Per avere la disponibilità della Motonave Azzurra (capace di ospitare fino a 488 persone) "basta solo sottoscrivere il contratto ed è un compito del governo nazionale. Ecco la nostra soluzione, presidente Conte, non ci sono più alibi". Così qualche giorno fa ha dichiarato il governatore Nello Musumeci. Oggi però il Centro coordinamento soccorsi ha deciso diversamente, optando per la Rubattino.

"Lo Stato - ha detto a PalermoToday l'assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone - garantisca i collegamenti marittimi stabiliti per contratto. Auspichiamo che al più presto venga inviata la nave sostitutiva della Rubattino per coprire la corsa Palermo-Napoli, in modo tale che alla Sicilia non manchi l'approvvigionamento delle merci. Il presidente Musumeci aveva trovato per la quarantena la Motonave Azzurra, già dotata di protocollo sanitario per l'assistenza a bordo di contagati da Covid ed attrezzata per preparare i pasti giornalieri. Ci auguriamo che anche la Rubattino sia resa idonea allo scopo per cui è stata destinata".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alan Kurdi, via libera al trasbordo dei migranti su traghetto Tirrenia: operazioni al largo di Palermo

PalermoToday è in caricamento