Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Corleone

Corleone, falsifica documenti e incassa il reddito di cittadinanza di un morto: denunciato

La truffa è stata scoperta dalla guardia di finanza, che ha incrociato i dati con l'Inps. Dopo la morte del beneficiario del sussidio, l'uomo avrebbe presentato una nuova dichiarazione sostitutiva unica per potere avere l'assegno. Un raggiro da quattromila euro

Per mesi e mesi avrebbe incassato il reddito di cittadinanza concesso a un'altra persona, deceduta del 2020. Il raggiro è stato scoperto dalla guardia di finanza - che ha incrociato i dati con l'Inps - e adesso un quarantenne disoccupato di Corleone è stato denunciato per truffa aggravata. 

"In un primo momento - spiegano dalla guardia di finanza - l'attenzione degli investigatori si era concentrata sull'originario percettore del reddito che non avrebbe avuto diritto alla prestazione poichè, all'atto della presentazione dell'istanza, era sottoposto a misura cautelare personale". I finanzieri di Corleone hanno poi scoperto che a gennaio 2021, dopo la morte del beneficiario del reddito di cittadinanza, il denunciato "ha presentato, per conto del defunto, una nuova dichiarazione sostitutiva unica mirata a garantire il proseguimento dell'erogazione del beneficio, fino a scadenza prevista a giugno 2021". Avrebbe incassato, senza averne diritto, redditi per quattromila euro complessivi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corleone, falsifica documenti e incassa il reddito di cittadinanza di un morto: denunciato

PalermoToday è in caricamento