"Lavori in corso" per rendere Corleone più bella, intesa Comune-Ordine degli agronomi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Firmato un protocollo di intesa tra il Comune di Corleone e l’Ordine dei dottori agronomi e forestali (Odaf) della provincia di Palermo. Scopo dell’intesa valorizzare il patrimonio paesaggistico e naturale della città, con concrete azioni di supporto alla progettazione di attività volte al miglioramento delle condizioni del decoro urbano e non solo. La convenzione è stata firmata dal sindaco Nicolò Nicolosi e dal presidente dell’Odaf Paola Armato. Con il protocollo d’intesa, Comune e Odaf si impegnano a collaborare in tutto ciò che concerne i temi ambientali, dell’agricoltura e della selvicoltura.

L’Ordine sarà coinvolto negli atti di indirizzo delle politiche di gestione in materia di ambiente e agricoltura e del Piano regolatore generale. Inoltre, potrà dare un fattivo sostegno a studi, ricerche, progettazione, parteciperà ai tavoli tecnici predisposti dall’amministrazione, fornirà supporto per tutta una serie di aspetti importanti, dagli “orti urbani” ai parchi cittadini, dalle azioni per prevenire il dissesto idrogeologico allo sviluppo ecosostenibile. L’Odaf giocherà un ruolo importante nella stesura del Regolamento del Verde, di cui il Comune sta per dotarsi. Si tratta di uno strumento di pianificazione comunale per un'organica gestione del verde cittadino. Tra le finalità del regolamento vi è la salvaguardia e il miglioramento delle aree pubbliche e private. Lo scopo è dunque quello di rendere fruibili ai cittadini tutti gli spazi verdi disponibili, proteggendo l'ambiente dai danni che potrebbero derivare da un cattivo uso. Il regolamento contiene norme sulla progettazione, l'attuazione, la manutenzione del verde pubblico e privato, le modalità di abbattimento o potatura di alberi e piante, i criteri per scegliere le specie più adatte al territorio e molto altro. Individua inoltre le sanzioni in caso di inadempienze.

"Siamo a disposizione con le nostre esperienze - commenta la dottoressa Armato -. L’obiettivo di questa convenzione è la valorizzazione della figura del dottore agronomo e forestale negli enti. L’altro obiettivo è aumentare la sensibilità della gente”. “Abbiamo bisogno di questo tipo di apporto - aggiunge il sindaco Nicolosi -. Sul verde stiamo investendo tanto perché lo consideriamo una risorsa fondamentale. Abbiamo già restituito alla gente le Cascate delle Due Rocche, uno dei nostri fiori all’occhiello, e ridato ordine e decoro al parco cittadino, punto di incontro di grandi e piccoli. Speriamo tra qualche anno di essere un esempio per altri Comuni”.

Il Comune si è reso disponibile ad accogliere i dottori agronomi e forestali iscritti all’Odaf di Palermo per svolgere tirocini formativi presso le proprie strutture. Verranno anche organizzati incontri di formazione e aggiornamento. “L’attività di ricerca sarà importantissima - dice l’assessore all’Ambiente, Luca Gazzara -, così come le iniziative all’interno delle scuole. Potranno essere di grande slancio per questa amministrazione”. Un’attività in tale direzione è già partita. L’Istituto tecnico agrario Don Calogero Di Vincenti sta supportando un progetto Pon sull’ambiente della scuola secondaria di primo grado Giuseppe Vasi, in corso in queste settimane. L’Odaf di Palermo sta fornendo il suo apporto scientifico. Sono coinvolti 25 alunni di seconda e terza media. A partire dalla prossima settimana si occuperanno della pulizia e della sistemazione del “Parco della Rimembranza”, un’area che si trova all’interno della villa comunale. Dopo aver recuperato dei dati storici, anche con ricerche alla biblioteca comunale, hanno provveduto ad un censimento delle targhette che si trovano nel parco e che riportano i nomi dei caduti della prima guerra mondiale. Prevista anche la loro sistemazione. L’Ordine ha anche patrocinato la “Festa dell’albero”, manifestazione nazionale che a Corleone avrà il suo clou giovedì all’interno della villa con la partecipazione degli studenti e la piantumazione di alcuni alberi.

Torna su
PalermoToday è in caricamento