Corleone, la commissione nazionale antimafia in visita domani in via Terranova e al Cidma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Una delegazione della Commissione nazionale antimafia e il suo presidente Nicola Morra domani saranno a Corleone. Alle 14.30 si recheranno in via Cesare Terranova, ex via Scorsone, la strada in cui viveva Salvatore Riina e dove attualmente abita la moglie Ninetta Bagarella. Qui gli studenti delle due scuole superiori di Corleone, l’Istituto agrario “Di Vincenti” e il liceo “Don Giovanni Colletto”, leggeranno brani di testi scritti dal giudice ucciso dalla mafia a Palermo il 26 settembre 1979.

A seguire è prevista una visita al CIDMA, il Centro di documentazione sulle mafie e del movimento antimafia che custodisce i faldoni del “maxi processo” e una mostra permanente di fotografie di Letizia Battaglia. Qui si terrà un incontro con l’Amministrazione comunale. Un anno fa, via Scorsone è stata intitolata al giudice Terranova su iniziativa delle tre commissarie prefettizie che hanno retto il Comune tra il 2016 e il 2018 dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose. Insieme ad Antonella De Miro, prefetto di Palermo, Giovanna Termini, Rosanna Mallemi e Maria Cacciola riceveranno la cittadinanza onoraria di Corleone con una cerimonia che si svolgerà sabato mattina alle 11 nell’Aula consiliare in piazza Garibaldi.

Torna su
PalermoToday è in caricamento