menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Capolinea Sturzo (foto archivio)

Capolinea Sturzo (foto archivio)

Il cuore d'oro di un controllore Amat, trova portafogli con 860 euro e lo porta alla polizia

In trent'anni di carriera, racconta, non gli era mai capitato e nonostante avesse davanti un ingente somma di denaro non ci ha pensato di volte: "Ho sempre cercato di trasmettere ai miei figli l'importanza di essere onesti. I soldi non ci cambiano la vita"

"Da sempre ho cercato di trasmettere ai miei figli quanto sia importante per ognuno di noi essere onesti. Hanno apprezzato il mio gesto e mi hanno detto: 'bravo papà'. I soldi non ci cambiano la vita e i risultati ottenuti con il sudore sono sicuramente più soddisfacenti e graditi". A dirlo è un controllore dell’Amat che questa mattina, dopo la partenza del bus 806 dal capolinea di piazza Don Sturzo, ha trovato un portafogli abbandonato fra i sedili: dentro c’erano 860 euro in contanti, quattro fra carte di credito e bancomat e i documenti di riconoscimento di un turista francese.

"E’ stata la mia prima bella avventura di questo genere in trent’anni di carriera. Ma non ci ho pensato neanche un attimo a prenderli e intascarli. Ci mancherebbe…", racconta il 59enne E.B a PalermoToday. Il dipendente della società che gestisce il trasporto pubblico in città, non potendo fermare l’autobus per evitare di bloccare il traffico in via Libertà e creare disagi ai paseggeri, ha pensato di tenere con sé il portafogli e arrivare a Mondello per raggiungere a fine corsa il commissariato.

“Abbiamo fatto la denuncia di consegna e adesso spero che la polizia possa rintracciare il proprietario", conclude raccontando quello che lui stesso vuole considerare un gesto di ordinaria civiltà: "Non mi sento un eroe".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento