menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stampella e gli oggetti nascosti al suo interno

La stampella e gli oggetti nascosti al suo interno

Stava per partire con un coltello nascosto in una stampella, fermato in aeroporto

La polizia ha bloccato un romeno di 33 anni, Anton Ciurar, mentre attendeva di imbarcarsi su un volo per Bergamo. Nella stampella, che ha sostenuto di aver comprato da alcuni sconosciuti, c'era un vano segreto. Indagini sulla sua storia e sulle modalità d'ingresso in Italia

Trovato con un coltello nascosto in una stampella durante l’imbarco in aereo. La polizia ha fermato all’aeroporto Falcone-Borsellino un cittadino romeno di 33 anni, Anton Ciurar, durante i controlli antiterrorismo che sono stati intensificati nell’ultimo periodo. Il passeggero, che deve rispondere di violazione della legge riguardante la disciplina del porto di armi a bordo di aeromobili, non ha saputo dare alcuna spiegazione raccontando di avere acquistato la stampella da alcuni sconosciuti e di non essere a conoscenza del vano segreto, né degli oggetti da taglio nascosti all’interno (GUARDA VIDEO).

Il romeno, che inizialmente era claudicante, dopo essere stato fermato ha cominciato a camminare normalmente. Sono in corso le indagini sul suo conto, sulla data e le modalità del suo ingresso in Italia e su cosa abbia fatto durante la sua permanenza. Durante l'arresto Ciurar è stato trovato in possesso di una carta d'imbarco per Bergamo, scalo intermedio di un successivo volo già prenotato per Stoccolma dove, secondo quanto raccontato agli investigatori, si sarebbe dovuto recare per trovare un amico alla ricerca di un lavoro.

L'uomo, rappresentato e difeso dall'avvocato Matteo La Barbera, è stato poi immediatamente scarcerato dal Gip del Tribunale di Palermo - Alessia Geraci - nel corso dell'udienza per la convalida dell'arresto. Secondo il giudice non sussistevano i presupposti per alcun tipo di misura cautelare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento