Cavalli dentro stalle abusive, marijuana e furti di energia: un arresto a Ballarò

Decine di militari - tra unità cinofile, forestali e del reparto operativo - hanno passato al setaccio via Mongitore e via Porta di Castro. Sequestrati 170 grammi di sostanza stupefacente. Il trentenne in manette era uno dei partecipanti alla corsa clandestina di via Ernesto Basile

Il blitz dei carabinieri a Ballarò

Tre cavalli in altrettante stalle abusive, farmaci scaduti, marijuana impacchettata in buste e pronta per la vendita e furti di energia. E' quanto trovato nel corso del blitz dei carabinieri di ieri pomeriggio a Ballarò. I militari hanno passato al setaccio garage e baracche sparse tra via Mongitore e via Porta di Castro. In manette un trentenne, F.M.D.A., accusato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e denunciato perché trovato in possesso di un cavallo con documenti falsi. L'uomo, come accertato dai militari, aveva partecipato alla corsa clandestina di via Ernesto Basile del 27 aprile.

La gara clandestina | VIDEO

Ad intervenire sono state decine di carabinieri, tra forestali, unità cinofile e altri militari della compagnia di piazza Verdi, che hanno perquisito abitazioni e nascondigli trovando 170 grammi di marijuana e diverse confezioni di farmaci veterinari scaduti che per legge non potevano essere importati in Italia. I tre cavalli trovati "erano detenuti - ricostruiscono dal Comando provinciale - in violazione della normativa di settore. Perciò state elevate sanzioni per 10 nei confronti del trentenne, del fratello quarantenne G.A.D. e del settantenne F.F. (zio della moglie del trentenne, ndr). Stalle e cavalli erano nella loro disponibilità".

Stando alle indagini svolta dagli investigatori della compagnia Piazza Verdi il trentenne è stato uno dei partecipanti, a bordo di uno scooter, della gara clandestina che si è svolta nella strada che costeggia l'università e che porta da via Re Federico in viale Regione Siciliana. Una gara realizzata in barba alle restrizioni imposte dalle autorità per contenere il contagio del Coroanvirus che ha portato a 7 denuncie e sanzioni per 16 mila euro.

"L’arrestato - aggiungono dal Comando - è stato sottoposto ai domiciliari, in attesa dell'udienza di convalida. Il cavallo, di dubbia provenienza, è stato trasportato dai militari del Reggimento Lancieri Aosta presso le scuderie dell’Istituto sperimentale zootecnico per la Regione siciliana. I tecnici Enel hanno accertato che F.F. aveva allacciato l’immobile abusivamente alla rete elettrica e per questo è stato denunciato. Ulteriori accertamenti in corso da parte della polizia municipale sul rispetto della normativa edilizia attinente le tre stalle".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento