Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Noce / Via Dante Alighieri

"Palestra aperta senza Scia", il Nas sequestra un'attività in via Dante

I militari hanno eseguito un controllo per verificare il rispetto della normativa Covid. Se sul fronte delle misure anticontagio è risultato tutto regolare, è stata contestata la mancanza della segnalazione certificata di inizio attività al Comune. I titolari lanciano una petizione online: "Le associazioni sportive dilettantistiche non ne hanno bisogno"

Sequestrata una palestra in via Dante. I carabinieri del Nas sono intervenuti nei locali della Body Club per verificare il rispetto delle norme previste per il contenimento dei contagi. Se sul fronte delle misure di prevenzione per il Covid-19 è risultato tutto regolare, i militari hanno invece contestato al titolare dell’attività una violazione amministrativa: la mancanza della Segnalazione certificata di inizio attività.

Secondo quanto ricostruito dai militari del Nas il titolare della palestra, ai sensi dell’articolo 7 delle legge regionale 29/2014, avrebbero dovuto possedere la Scia. La norma in questione contiene le disposizioni per l’apertura di strutture private e impianti per lo svolgimento di attività fisico-motorie e tra queste prevede che l’apertura sia “subordinata a una preventiva comunicazione al Comune competente per territorio”.

Di avviso diverso i gestori della palestra che ieri, dopo l’ispezione del Nas, hanno lanciato tramite una piattaforma online una petizione intitolata “Correzione errore materiale sentenza 172/2018 articolo 56” (clicca qui) tirando in ballo leggi e sentenze che dispenserebbero i gestori di palestre, che assumono la forma di associazioni sportive dilettantistiche, dalla necessità di possedere la Scia e dunque di interfacciarsi con il Suap.

La redazione di PalermoToday ha provato a contattare i gestori della Body Club per un replica senza però ottenere alcuna risposta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Palestra aperta senza Scia", il Nas sequestra un'attività in via Dante

PalermoToday è in caricamento