Sequestrate 40 mila uova a Misilmeri: "In alcune data di scadenza taroccata"

Altre 38 mila invece sono risultate non tracciabili. Nel mirino dei carabinieri l'azienda Conca d'uovo alla quale è stata notificata una sanzione da 1.500 euro. Denunciati i titolari che si difendono: "E' stato un problema tecnico, si sono inceppati i macchinari"

(foto archivio)

In oltre 2 mila uova sarebbe stata riportata una data di scadenza taroccata mentre per altre 38 mila ci sarebbero stati problemi di tracciabilità. I carabinieri del reparto Tutela agroalimentare hanno sequestrato lunedì mattina 40 mila uova all’azienda avicola Conca d’uovo che si trova in contrada di Volpe, a Misilmeri.

Secondo quanto accertato dai militari l’azienda avrebbe falsificato la data di deposizione di circa 2.200 uova, cambiando di conseguenza la data di scadenza del prodotto. La restante parte delle uova è stata sottoposta invece a sequestro amministrativo. Per i fratelli che gestiscono l’azienda una denuncia a una sanzione per complessivi 1.500 euro.

Per uno dei titolari invece si tratterebbe solo di problema tecnico. "Cu mancia fa muddichi. Si sono inceppati la macchinetta per la timbratura. Il tecnico - spiega Filippo Chinnici - doveva venire sabato e invece è arrivato domenica. I controlli sono stati fatti lunedì e siccome raccogliamo tutti i giorni ci hanno trovato impreparati".

E sulla tracciabilità precisa ancora: "Di questo errore ci siamo accorti dopo. Il tecnico ha fatto dei controlli per vedere se faceva il cosiddetto ‘avanzamento data’ automatico. Noi produciamo circa 80 mila uova al giorno, è stato solo un problema dei macchinari. Domani mattina sarò dall’avvocato per impugnare tutto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento