Cronaca Montegrappa-Santa Maria di Gesù / Via Gaetano Parlavecchio

Nuovo blitz davanti al cimitero Sant'Orsola, sequestrate altre otto rivendite di fiori

La polizia municipale è tornata in via Parlavecchio per mettere i sigilli ad altre attività che non sarebbero risultate in regola con le autorizzazioni. I controlli dopo l'esplosione (forse a scopo intimidatorio) che ha danneggiato un fioraio

Gli agenti della polizia municipale durante il sequestro

Sequestrate altre otto rivendite di fiori davanti al cimitero Sant’Orsola. Sale a quindici il numero delle attività finite nel mirino degli agenti della polizia municipale dopo l’esplosione - forse a scopo intimidatorio - che ha danneggiato un fioraio di via Parlavecchio.

I gestori delle attività sequestrate sono stati denunciati e accusati di occupazione di suolo publico, costruzione abusiva e danneggiamento di beni architettonici e monumentali in quanto la zona ricade sotto il vincolo della Soprintendenza ai Beni culturali.

Alcune delle baracche adibite a rivendite, che in alcuni casi invadevano anche la sede stradale, sono risultate agganciate con viti e bulloni al muro di recinzione del cimitero. Già venerdì scorso gli agenti del Nucleo controllo attività produttive avevano sequestrato altre sette attività.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo blitz davanti al cimitero Sant'Orsola, sequestrate altre otto rivendite di fiori

PalermoToday è in caricamento