Lavori edili non autorizzati, sequestrati due immobili in via Colonna Rotta e via Cappuccini

Al termine dei sopralluoghi effettuati in due cantieri, che si trova in aree classificate A2 (netto storico), la polizia municipale ha segnalato in Procura quattro persone. Orlando: "Questi abusi determinano situazioni di gravissimo pericolo sotto il profilo della stabilità"

(foto archivio)

Lavori edili abusivi in centro. La polizia municipale ha sequestrato ieri due immobili in via Colonna Rotta e via Cappuccini per alcune presunte anomalie emerse nel corso di un accertamento eseguito dagli agenti del Nucleo di polizia edilizia. Per il primo cantiere sono state segnalate all’autorità giudiziaria tre persone - F.B. di 30 anni, M.R. di 68 anni e P.M.C. di 66 anni - mentre per il secondo è stato denunciato C.L. di 53 anni poiché risultato sprovvisto delle autorizzazioni necessarie e del nulla osta.

Il primo sopralluogo - con annesso sequestro - è stato effettuato in via Colonna Rotta a seguito della segnalazione di un cittadino. "Dalle verifiche è emerso che erano in corso - si legge in una nota - opere di ristrutturazione edilizia straordinaria con realizzazione di nuovi volumi. Nello specifico era stata abbattuta parte di un solaio per la collocazione di una scala a due rampe che avrebbe collegato il secondo e il terzo piano. Erano in corso lavori per la realizzazione di un tetto con travi in legno annegate nella muratura per la realizzazione di un nuovo vano e per l’ampliamento del terrazzo”.

Da accertamenti sul Piano regolatore, precisano dal Comando di via Dogali, è stato verificato che il manufatto si trova in Zto classifica A2, ovvero "netto storico", area soggetta a pianificazione particolareggiata e, quindi a parere preventivo della Soprintendenza ed è sottoposto al vincolo del genio civile “aree interdette all’uso edificatorio e/o urbanistico per presenza: fenomeni di frana per crollo, scivolamento e ribaltamento di masse lapidee carbonatiche; coni alluvionali e di detrito, colate di fango e detriti; aree interessate da inondazioni e alluvionamenti di particolare gravità".

Un'altra pattuglia del Nucleo di polizia edilizia della polizia municipale è intervenuta invece in via Cappuccini dove erano in corso "lavori edili abusivi - proseguono da via Dogali nella nota - consistenti nel rifacimento di due solai, con l'abbattimento di una porzione di muro portante. Anche in questo caso, gli ufficiali della polizia edilizia hanno posto sotto sequestro le opere abusive e segnalato alla Procura un 53enne in quanto privo delle necessarie autorizzazioni e nulla osta".

"L'elemento più preoccupante per abusi di questo tipo - dichiara il sindaco, Leoluca Orlando - è il fatto che determinano situazione di gravissimo pericolo per la stabilità degli immobili. Purtroppo sembra che gravi tragedie del passato non abbiano insegnato alcunché e questo è ulteriore motivo per ringraziare sia i cittadini che denunciano gli illeciti sia la Polizia municipale che vigila sul rispetto delle norme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento