menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

Controlli di carabinieri e guardia costiera: sequestrati 230 chili di tonno rosso

Operazione dei militari delle compagnie Verdi e San Lorenzo: scattate sanzioni amministrative per un totale di 15.168 euro. Un ambulante è stato deferito all’autorità giudiziaria per cattivo stato di conservazione del prodotto ittico messo in vendita

Operazione messa a segno dalla guardia costiera e dai carabinieri delle compagnie Verdi e San Lorenzo nel weekend appena trascorso. Al termine dei controlli effettuati nel territorio palermitano per contrastare il commercio illegale di prodotto ittico è scattato il sequestro in città di circa 330 chili di pesce, di cui 230 chili di tonno rosso, e le conseguenti sanzioni amministrative per un totale di 15.168 euro. Un ambulante è stato deferito all’autorità giudiziaria per cattivo stato di conservazione del prodotto ittico posto in vendita. 

In mare, la motovedetta della guardia costiera CP 401 ha sequestrato 4 esemplari di tonno rosso, per un totale di 720 chili elevando sanzioni amministrative per un importo totale di 2.975 euro. Il prodotto sequestrato è stato sottoposto a ispezione da parte dei medici veterinari dell’Asp di Palermo, a seguito del quale il prodotto ittico che non è stato ritenuto idoneo al consumo umano è stato distrutto, mentre una parte, giudicata commestibile, è stata devoluta in beneficenza a istituti di assistenza ai bisognosi.

Le unità navali della ugardia costiera, inoltre, hanno pattugliato le acque tra Palermo, Ustica e Cefalù rilevando "attività illecita di pesca ad opera di alcuni pescherecci locali". "E’ il caso di ricordare la pericolosità del consumo di tonno rosso non correttamente conservato - dicono dalla guardia costiera -. E’ noto infatti che tale specie ittica, non appena catturata se non adeguatamente refrigerata, produce una tossina che crea gravi disturbi al consumatore e, nei casi più gravi, può risultare addirittura letale". 

Infine, durante le attività di controllo, la motovedetta CP 401 ha anche tratto in salvo una tartaruga Caretta Caretta, di circa 40 chili rimasta intrappolata all’amo di di un palangaro. L’animale è stato consegnato all’istituto zooprofilattico di Cefalù, per le cure necessarie.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento