Cronaca Brancaccio

Ricotta non tracciabile e poggiata sul sedile, multato un autotrasportatore

Ammontano a 3.500 le sanzioni per il corriere che stava trasportando 50 chili di prodotto fresco e 6 di prodotto lavorato in una pasticceria di Brancaccio. Gli agenti della Polstrada Palermo gli hanno contestato condizioni igieniche, temperatura e tracciabilità

La ricotta trovata nell'Iveco fermato in via Messina Marine

Stava trasportando dalla provincia a Palermo 56 chili di ricotta poggiata sul sedile, a terra e nel vano posteriore. Gli agenti della polizia stradale hanno fermato in via Messina Marine, alle 11 di stamattina, un autotrasportatore che arrivava da un’azienda di Castronovo di Sicilia a bordo del suo furgone Iveco. Per lui una sanzione amministrativa da 3.500 euro.

La pattuglia della Polstrada Palermo stava effettuando uno specifico servizio di controllo, come disposto dal dirigente Rosa De Gregorio, quando ha deciso di bloccare il mezzo per un controllo. Complessivamente sono stati trovati 50 chili di ricotta fresca e 6 chili di prodotto lavorato e destinato a una pasticceria della zona di Brancaccio. Non detto però che il titolare dell'attività alla periferia della città fosse a conoscenza delle condizioni di trasporto.

Gli agenti, supportati dal personale dell’Asp, hanno contestato al cinquantenne il trasporto non idoneo. La merce è risultata non tracciabile e trasportata senza mantenere costante la temperatura corretta e in scarse condizioni igieniche. Toccherà adesso all’Azienda sanitaria provinciale effettuare delle verifiche nell’azienda di Castronovo che ad un primo controllo è risultata regolare. I prodotti caseari sono stati sequestrati e avviati al macero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricotta non tracciabile e poggiata sul sedile, multato un autotrasportatore

PalermoToday è in caricamento