Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Officine al setaccio, una su due è "fuorilegge": sequestri e multe per 42 mila euro

Delle 16 attività controllate 8 non sono risultate in regola, mentre un'altra è stata sequestrata. Scovati 11 lavoratori in nero e 12 irregolari. Denunciati tre titolari per aver installato telecamere interne per controllare i dipendenti

Una delle officine controllate

Controlli nelle officine meccaniche a Palermo e provincia, denunciati tre titolari per aver installato le telecamere per controllare i dipendenti. I carabinieri hanno elevato sanzioni per 42 mila euro nei confronti delle attività risultate irregolari. Nel mirino del Nucleo operativo del gruppo carabinieri per la Tutela del lavoro sono finite 16 ditte, di cui 8 risultate irregolari e un’altra del tutto non autorizzata e per questo sequestrata in via amministrativa.

Complessivamente sono stati 40 i lavoratori sottoposti a verifiche, 11 dei quali risultati “in nero” e altri 12 irregolari. “In 5 casi - spiegano dal Comando provinciale -  è stato adottato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale per aver impiegato personale in nero nella misura pari o superiore al 20%”. I provvedimenti sono stati già revocati poiché i responsabili hanno regolarizzato la posizioni.

Tre datori di lavoro sono stati denunciati per aver installato impianti di videosorveglianza utilizzati per controllare a distanza i dipendenti senza la prevista autorizzazione dell’ispettorato territoriale del lavoro. Le sanzioni amministrative ammontano complessivamente a 42 mila euro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Officine al setaccio, una su due è "fuorilegge": sequestri e multe per 42 mila euro

PalermoToday è in caricamento