rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Magione e Foro Italico, setacciati ristoranti e pub: multe di 6.000 euro

C'era chi non rilasciava lo scontrino e chi conservava pesce scaduto. Operazione della polizia per contrastare l'abusivismo commerciale. Gli agenti hanno controllato decine di bar, trattorie, pizzerie e locali notturni della parte storica della città

C'era chi conservava del pesce scaduto, chi invece non aveva pagato il canone Rai o non rilasciava scontrini. Operazione della polizia per contrastare l’abusivismo commerciale. Multe e controlli: gli agenti hanno setacciato decine di bar, ristoranti, pizzerie e locali notturni della parte storica della città. Gli agenti sono intervenuti nella zona di Foro Umberto I e piazza Magione, dove sono presenti numerose attività commerciali. L’operazione ha visto impegnato il personale di polizia del commissariato Oreto-Stazione, la guardia di finanza, la municipale e la capitaneria di porto.

La multa più salata è stata comminata al titolare del ristorante “Gusti di Sicilia”: 3.600 euro. L'uomo - secondo quanto riferisce la polizia - è stato sanzionato perché conservava prodotti ittici con data di scadenza superata. Un'altra multa è stata elevata al titolare della “Trattoria del pesce fresco”, in via Foro Umberto I: qui è stata riscontrata la violazione della norma prevista dall’art. 2 del decreto legislativo 190/06 in ordine alla tracciabilità dei prodotti ittici, che ha portato all’applicazione della sanzione amministrativa di 1.500 euro.

In via Castrofilippo, una traversa di piazza Magione, i titolari di un bar e di un ristorante sono stati sanzionati per il mancato pagamento del canore Rai: una multa più leggera, di 103 euro. A piazza Magione un locale è stato pizzicato per non avere rilasciato lo scontrino fiscale ed è stato sanzionato con una multa di 516 euro. Nel complesso sono state elevate multe per un importo totale di circa seimila euro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magione e Foro Italico, setacciati ristoranti e pub: multe di 6.000 euro

PalermoToday è in caricamento