Cronaca Tommaso Natale / Via Sferracavallo

Pesce senza tracciabilità o scaduto: multe salate nelle borgate marinare

Passate al setaccio le frazioni di Sferracavallo e Barcarello, dai ristoranti alle bancarelle degli ambulanti. Trovati prodotti ittici già "passati" e venduti per strada, o centinaia di ricci ancora vivi esposti sui banconi nonostante il limite fissato a 50

Sferracavallo e Barcarello, controlli nei ristoranti e fra gli ambulanti (foto Google street view)

Nessuna via di scampo per ambulanti e ristoratori delle borgate marinare. L'operazione interforze condotta dalla polizia aveva come obiettivo quello di passare al setaccio le frazioni di Sferracavallo e Barcarello per scovare irregolarità legate alla somministrazione di alimenti ed al commercio in genere. Al termine dei controlli sono state elevate multe per 10 mila euro.

Le verifiche, effettuate in collaborazione con guardia di finanza, polizia municipale, capitaneria di porto e personale dell'Asp, in molti casi hanno portato alla luce la mancanza di tracciabilità dei prodotti ittici venduti sui banconi degli ambulanti. In un ristorante di Barcarello, di cui le autorità non hanno fornito il nome, è stato trovato pesce "scaduto". In una bancarella sono stati trovati centinaia di ricci, per altro ancora vivi, a fronte del limite fissato nel numero di cinquanta, mentre in un'altra veniva esposti tre chili di ostriche senza tracciabilità. Queste ultime sono state sequestrate per poi essere donate in beneficenza.

Ma i controlli si sono estesi anche al vicino quartiere Zen, dove è stato verificato il rispetto della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di tredici soggetti. Passate al setaccio anche 34 vetture ed altre 89 persone. Riscontrati tredici casi di violazioni varie al codice della strada, tra le quali la mancanza della carta di circolazione, che hanno portato a sanzioni per un importo complessivo di 2.500 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesce senza tracciabilità o scaduto: multe salate nelle borgate marinare

PalermoToday è in caricamento