Cronaca Sferracavallo

Controlli e multe al Kalandria, la replica del titolare: "Stupito dalle notizie diffuse dai vigili"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Sono Sbalordito dalle notizie di stampa diramate dal comando di via Dogali sulla mia azienda. Si sta screditando il lavoro mio e di tante persone". A dirlo è Manfredi Lombardo, amministratore unico dell’Amistad Srl, la società proprietaria del Kalandria, locale di via Paluto a Palermo, recentemente visitato da una pattuglia dei vigili urbani, che avrebbe qui trovato delle irregolarità strutturali legate alla sicurezza.

"E' la seconda volta – continua Lombardo -  a distanza di un anno, che una squadra dei vigili, capitanata sempre dallo stesso ispettore capo, già molto noto alle vicende di cronaca per altri fatti, produce notizie post-intervento tese a minare la reputazione della mia azienda.  Già l’anno passato, dopo un comunicato stampa dai falsi contenuti, ho sporto sporgere denuncia per diffamazione e le indagini sono tuttora in corso".

Manfredi Lombardo-2Manfredi Lombardo tiene a precisare che "tutte le notizie relative all’assenza di alcol test, alla mancata presenza di estintori, o ai fantomatici problemi di sicurezza o di emissioni sonore eccessive in orari non consentiti, sono il puro frutto di una precisa volontà tesa a screditare la mia azienda. Il motivo di tale comportamento lo chiarirà la magistratura, a cui affideremo nelle prossime ore nuovamente una denuncia per diffamazione e una richiesta di risarcimento danni congrua all’ennesimo danno perpetratoci ingiustamente".

Conclude Lombardo precisando che "nel corso dell’ultimo mese, oltre al mio incredibile arresto, al Kalandria abbiamo ricevuto circa sette controlli dei carabinieri in 20 giorni di lavoro. Siamo stati esaminati e nulla di irregolare è stato identificato. Ritengo che sia fondamentale garantire la legalità e il rispetto delle regole. Ben vengano i controlli, ma nell’interesse della collettività. La discrezionalità di certuni nel seguire la legge mina la nostra serenità economica e umana e peggiora la qualità dell’offerta turistica di Palermo".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli e multe al Kalandria, la replica del titolare: "Stupito dalle notizie diffuse dai vigili"

PalermoToday è in caricamento