"Neonata" pronta per la vendita e 277 chili di pesce non tracciato: multe e sequestri

Sei i verbali elevati dalla guardia costiera nel corso dei controlli effettuati nei giorni scorsi a Palermo per un totale di 7 mila euro di sanzioni. Sotto la lente venditori ambulanti, pescherie e punti di vendita

Il pesce sequestrato

Sei verbali per un totale di 7 mila euro di multe per violazioni in materia di etichettatura e tracciabilità del pesce e 277 chili di cibo sequestrato. E' l'esito dei controlli effettuati nei giorni scorsi dalla guardia costiera di Palermo per verificare la corretta applicazione della normativa in materia di commercializzazione al dettaglio di prodotti ittici, a tutela della salute del consumatore finale e per la salvaguardia dell’ecosistema marino. 

Tra il pesce sequestrato anche 4,7 chili di "neonata" pronti per la vendita, vietata dalla legge. Sotto la lente venditori ambulanti, pescherie, punti di vendita e stabilimenti di lavorazione del pesce. Il pescato sequestrato, dopo essere stato sottoposto alla prevista visita veterinaria, è stato tutto devoluto in beneficenza a enti caritatevoli della città.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Incidente a Terrasini, scontro auto-moto: morto 38enne, grave una donna

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

Torna su
PalermoToday è in caricamento