Rubano scooter, poi il maxi furto in palestra: denunciati due fratelli di 17 e 19 anni

Andavano in giro a delinquere invece di restare a casa: i carabinieri, dopo una perquisizione, hanno inchiodato due giovani volti noti alle forze dell’ordine

Il materiale recuperato

Andavano in giro a commettere furti invece di restare a casa. I carabinieri della compagnia di Misilmeri hanno denunciato all’autorità giudiziaria due fratelli di 17 e 19 anni, già noti alle forze dell’ordine. Per loro l’accusa è di furto aggravato e violazione dell’articolo 650 del Codice penale.

"I militari - spiegano dal comando provinciale - a seguito di indagini hanno potuto accertare che i giovani, il 13 marzo scorso, avevano rubato uno scooter a Villabate, custodito nell’androne di una palazzina, a bordo del quale si erano recati in una palestra a Portella di Mare. Da lì hanno rubato 4 televisori, 12 barattoli di integratori proteici, 50 bustine di integratori salini e svariato materiale".

Ieri durante una perquisizione nell’abitazione dei due fratelli i carabinieri hanno rinvenuto tutta la refurtiva ad eccezione di due televisori. Il materiale rubato e lo scooter sono stati restituiti ai proprietari. "Il più grande dei fratelli inoltre - hanno aggiunto dal comando dell'Arma - il 15 marzo scorso, mentre viaggiava a bordo del motociclo rubato, era riuscito a sfuggire ad un posto di blocco dei carabinieri prendendo una strada in controsenso causando un incidente e fuggendo a piedi per le vie del paese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento