Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca Brancaccio / Via Armando Diaz

Serve vino ai tavoli senza licenza e nel retrobottega aveva un taser: denunciato titolare di un'enoteca

Nei guai il proprietario di Incontri Divino sfuso di via Armando Diaz, allo Sperone. La sanzione pecuniaria è scattata perché avrebbe avuto il permesso solo per l'asporto. Durante i controlli la polizia ha trovato anche 40 grammi d'hashish

Aveva una licenza per asporto ma nonostante ciò avrebbe servito vino e stuzzichini ai clienti seduti ai tavoli. Il questore ha disposto, in virtù dell’articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, la sospensione per 30 giorni delle attività per il 34enne titolare dell'enoteca Incontri divino sfuso di via Armando Diaz, in zona Sperone. Nel corso dei controlli la polizia gli ha trovato anche 40 grammi di hashish e una pistola taser, motivo per cui è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di arma.

I controlli sono stati eseguiti la scorsa settimana dagli agenti del commissariato di Brancaccio insieme al personale dell’Asp e dell’assessorato regionale all’Agricoltura. Al termine degli accertamenti gli ispettori dell’Azienda sanitaria provinciale hanno sanzionato il titolare per alcune violazioni per un totale di circa 2 mila euro. Ammontano invece a 5 mila euro le sanzioni elevate dalla polizia per la somministrazione dei prodotti direttamente all’interno e all’esterno del locale.

Sono invece in corso ulteriori accertamenti da parte del personale dell’assessorato che ha eseguito alcune campionature dei vini messi in vendita per la verifica delle certificazioni sull’indicazione geografica tipica. I risultati dell’intervento, che rientra nell’ambito della più vasta operazione Alto impatto voluta dal questore, sono stati trasmessi allo Sportello unico delle attività produttive del Comune di Palermo che potrebbero prendere ulteriori provvedimenti nei confronti dell'esercente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serve vino ai tavoli senza licenza e nel retrobottega aveva un taser: denunciato titolare di un'enoteca

PalermoToday è in caricamento