Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Educatore assente durante il turno, segnalata in Procura una comunità per minori

I carabinieri hanno effettuato un'ispezione nella struttura situata tra via Maqueda e via Roma: hanno trovato i 5 ospiti e l'ausiliare ma non il responsabile. La replica: "Era sceso per ritirare la spesa a domicilio, sarà mancato per 40 minuti"

Quando sono entrati nella comunità alloggio hanno trovato i cinque ragazzini e l’ausiliario, ma dell’educatore neanche l’ombra. Lo scorso sabato mattina i carabinieri della sezione di polizia giudiziaria presso il Tribunale dei Minori hanno segnalato all’autorità giudiziaria una struttura convenzionata con il Comune che si trova in centro storico, tra via Roma e via Maqueda. Al momento dell'ispezione, infatti, non era presente il coordinatore. Ma la responsabile replica: "Era regolarmente in servizio ed era sceso per ritirare la spesa per i nostri ospiti. Avrà perso al massimo 40 minuti".

Nell’ultimo periodo le forze dell’ordine, d’intesa con l’autorità giudiziaria, hanno avviato una campagna di ispezioni per verificare il rispetto dei requisiti di legge in queste strutture. Proprio a causa delle carenze organizzative sottolineate lo scorso 13 ottobre da carabinieri e guardia di finanza in due comunità a Cinisi la Procura ne ha ordinato la cancellazione dagli elenchi ufficiali e il trasferimento dei ragazzini in altre comunità. E dopo la chiusura sei dei migranti minorenni ospiti sono scappati. Ma la situazione riscontrata nel centro storico di Palermo, però, sarebbe stata tutt’altra. Una volta arrivati nella comunità i militari hanno trovato solo i bambini e uno degli ausiliari.

Quest’ultimo avrebbe anche scritto e firmato varie note nel “diario di bordo” nonostante ciò non rientri fra le mansioni autorizzate. Per i cinque bambini presenti la comunità, che conta sei operatori e due figure professionali (assistente sociale e psicologo), è necessaria la presenza costante di uno dei responsabili come previsto dalla legge e dai vari aggiornamenti in materia. “Hanno voluto effettuare il controllo in nostra assenza - spiega ancora la responsabile - ma già stamattina abbiamo chiarito questo intoppo in Procura. Anzi, ci hanno detto che se non fosse stato per questo episodio, ci avrebbero fatto i complimenti per come viene gestita la comunità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educatore assente durante il turno, segnalata in Procura una comunità per minori

PalermoToday è in caricamento