Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Piazza Ballarò

Ballarò, giro di vite di polizia e vigili Sanzioni per oltre centomila euro

Il popolare quartiere passato al setaccio: scoperti e fatti chiudere diversi negozi abusivi tra cui una sala giochi con macchinette illegali. 23 motocicli sequestrati e tre giovani sorpresi alla guida di mezzi rubati

Il quartiere di Ballarò

Oltre centomila euro di sanzioni, 23 motocicli sequestrati, tre giovani deferiti perché alla guida di motorini rubati e tre patenti ritirati. Tra ieri e oggi polizia e vigili urbani hanno passato al setaccio il popolare quartiere di Ballarò. L’operazione rientra nel più generale quadro di una intensificazione della presenza delle forze dell’ordine sul territorio che è già stato avviato da qualche tempo e che ha visto svolgere analoghi servizi in altri quartieri cittadini.

I servizi hanno seguito varie direttrici, quella dei controlli su strada effettuati a mezzi e loro conducenti, quella dei controlli a carico di soggetti residenti in zona e sottoposti a sorveglianza speciale e libertà vigilata ed infine quella di più stretta natura amministrativa che ha visto impegnato personale della divisione di polizia Amministrativa e Sociale della Questura insieme al personale dell’Asp.

Sotto quest’ultimo profilo sono stati passati al vaglio i requisiti amministravi di decine di esercizi (bar, friggitorie, osterie e sale giochi), tutti ricadenti nella zona di Ballarò. Si è in particolare rilevato come svariati esercizi fossero letteralmente abusivi essendo sprovvisti di ogni tipo di licenza e si è pertanto proceduto alla loro chiusura. Sono state chiuse tre sale giochi, una osteria, due chioschi/ bar, una rosticceria ed una taverna. Ben tredici macchinette videogioco sono state poste sotto sequestro perché sprovviste di nulla-osta. Sequestrato, inoltre, un laboratorio per la preparazione di alimenti, oltre a svariati macchinari di pertinenza dello stesso laboratorio. Nel contesto dei controlli amministrativi sono state elevate sanzioni per un importo complessivo che supera i novanta mila euro. Le cause più ricorrenti delle contravvenzioni elevate riguardano l’assenza di dichiarazione di inizio attività dell’esercente e la mancanza di licenza per la somministrazione di cibi e bevande.

Nel corso di numerosi posti di controllo, sono state, altresì, rilevate svariate irregolarità ai sensi del codice della strada: sono stati pertanto sequestrati amministrativamente 23 motocicli ed elevate sanzioni per un valore di 22 mila e 500 euro. Tre giovani sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per essere stati trovati alla guida di altrettanti ciclomotori rubati. Ritirate infine tre patenti e cinque carte di circolazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballarò, giro di vite di polizia e vigili Sanzioni per oltre centomila euro

PalermoToday è in caricamento