menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Sedie e tavoli non autorizzati, controlli anche sulle bilance: multe e sequestri

Il Nucleo antifrode della polizia municipale ha passato al setaccio numerose attività commerciali, elevando sanzioni per un totale di 5 mila euro, tra viale Regione, via Palagonia, corso Vittorio Emanuele e nel centro storico

Bilance potenzialmente "sballate" e occupazione abusiva di suolo pubblico. Continua l’attività di controllo del Nucleo antifrodi della polizia municipale finalizzata alla tutela del consumatore: dopo gli accertamenti svolti sulla idonea conservazione dei cibi, conclusi con il sequestro di circa 80 chili di cibi congelati venduti per freschi, stavolta gli agenti si sono concentrati sul riscontro del peso della merce venduta. Nella programmazione dei controlli, predisposta dal comandante dei vigili urbani Vincenzo Messina, sono state compiute verifiche nel centro storico ed in altre zone della città.

In quattro degli otto esercizi commerciali controllati sono state sequestrate altrettante bilance per delle irregolarità tecniche, mentre nelle altre quattro attività le violazioni rilevate hanno riguardato l’occupazione abusiva di suolo pubblico, la mancata esposizione della lista degli ingredienti e alcune irregolarità amministrative. Per questa ragione sono state elevate sanzioni per un importo totale di circa 5 mila euro. Le quattro bilance sono state sequestrate, perché non sottoposte al controllo periodico obbligatorio prescritto dalla normativa per accertare “l’inalterabilità metrologica” nel tempo degli strumenti di misura.

Oltre alla sanzione di 516 euro irrogate a ciascuno dei titolari, le bilance sono state sequestrate ad un centro commerciale di viale Regione Siciliana, un bar di via Palagonia, una rivendita di prodotti alimentari e un bar, entrambi in corso Vittorio Emanuele. I nominativi delle attività commerciali coinvolte, però, non sono stati forniti dal comando della polizia municipale. Al Cassaro e in via Simone di Bologna, nei pressi della cattedrale, i titolari di altri due bar hanno ricevuto una sanzione di 1.166 euro, per la mancata esposizione al pubblico della lista degli ingredienti contenenti le informazioni sulla composizione degli alimenti destinati alla consumo.

Per concludere in piazza Bologni è stata contestata l’occupazione abusiva di suolo pubblico con tavoli e sedie da parte del titolare di un bar, mentre in piazza Generale Cascino, sempre nei confronti del titolare di un bar, è stata elevata una sanzione di mille euro per il mancato aggiornamento amministrativo delle autorizzazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento