Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Piazza San Francesco Saverio

Albergheria, blitz al mercato dell'usato: smontate le bancarelle

Altra operazione congiunta messa a segno da carabinieri, polizia, guardia di finanza e vigili urbani, che hanno eseguito dei controlli, sette giorni dopo la prima "visita". Gli agenti si sono presentati in piazza San Francesco Saverio, dove spesso vengono venduti oggetti rubati

Ci risiamo. Altra operazione congiunta messa a segno da carabinieri, polizia, guardia di finanza e vigili urbani, che hanno eseguito questa mattina controlli all'Albergheria. Il mercatino dell'usato è stato sgomberato. Gli agenti si sono presentati in piazza San Francesco Saverio, dove spesso vengono venduti oggetti rubati, e hanno fatto smontare le bancarelle.

Nello specifico, nella lente d’ingrandimento delle forze dell’ordine, sono finite le vie principali e limitrofe del quartiere, tra cui: piazza Colajanni, piazza Ritiro S. Pietro, via Ritiro San Pietro, via San Francesco Saverio, via Tommaso Da Vigilia, via G. Majali (nella foto a destra), via C. Avolio, via G. Grassi e via Albergheria. "Il controllo integrato del territorio - si legge in una nota - ha interessato in particolare gli ambulanti che, ogni giorno, propongono sulle loro bancarelle merce di diverso tipo e provenienza".

Durante il servizio gli agenti hanno constatato diverse irregolarità e la presenza di merce usata di poco pregio costituita da abbigliamento, corredo da casa e apparecchiature elettroniche datate sottoposta a sequestro. Ad un ambulante è stata elevata una sanzione amministrativa di 309 euro per violazione delle norme in materia di commercio ed ambulantato. L’intervento è stato anche sostenuto dalla Rap che ha provveduto immediatamente a raccogliere e, successivamente, smaltire tutti i rifiuti solidi e urbani.

I controlli hanno interessato anche un fabbricato collocato abusivamente in via G. Grasso, contenente mobilio, condizionatori  e biciclette usate. L’utilizzatore è stato indagato in stato di libertà per il reato di invasione di terreni ed edifici. I controlli sono stati estesi anche ad attività commerciali. Nello specifico, in via Albergheria è stata trovata una taverna abusiva priva dell’insegna, procedendo così al sequestro in quanto priva di autorizzazioni e all’irrogazione di sanzioni amministrative di 5.000 euro per mancata autorizzazione comunale e 3.000 euro per la mancata "Scia sanitaria".

Rifiuti in via Majali e in via Mongitore-2In via Avolio, è stata controllata un sala giochi dove si è registrata la presenza di un biliardino. Il titolare per questo è stato indagato in stato di libertà per la mancata autorizzazione, per lui una sanzione amministrativa di 1.032 euro. Nel complesso, durante la mattinata sono state controllate diverse persone del quartiere e cittadini extracomunitari. Nello specifico, 104 persone, di cui, quasi la metà, con precedenti di polizia. Numerosi sono stati i controlli effettuati nei confronti di automobilisti: a fronte di 30 mezzi controllati, cinque i sequestri amministrativi per la trasgressione alle norme del Codice della Strada (in particolare 4 motoveicoli ed 1 automobile), ovvero per la mancanza di contrassegno assicurativo e una persona è stata denunciata in stato di libertà per giuda senza patente. Infine sono stati  sottoposti a controllo 15 persone agli arresti o sottoposte alla detenzione domiciliare.

"Ancora una volta - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - grazie alle forze dell'ordine impegnate nel contrasto dell'illegalità e dell'inciviltà. Ancora una volta grazie alla polizia municipale che con professionalità e dedizione è impegnata su diversi fronti per garantire condizioni di sviluppo e dignità a chi vuol fare imprenditoria pulita e nel rispetto delle regole e per tutelare i cittadini consumatori da comportamenti illeciti e pericolosi. Ancora una volta non posso che ribadirlo: coloro che scelgono comportamenti illegali o peggio ancora illegali e violenti - conclude Orlando - troveranno solo intransigenza da parte dell'Amministrazione comunale". Dopo l'azione interforze di stamattina che ha portato a diversi sequestri e sgomberi, è seguita una manifestazione degli abusivi a piazza Pretoria.

Un plauso alle forze dell'ordine per gli interventi arriva anche dal presidente di Confartigianato Palermo, Nunzio Reina. "Un'area critica - dichiara - dove a farla da padrone è l'illegalità. Non deve più esserci spazio a Palermo per chi non rispetta le regole, per chi applica la concorrenza sleale o addirittura favorisce la microcriminalità con la ricettazione. Confartigianato si augura che operazioni simili vadano avanti, già da tempo la nostra associazione aveva sottolineato l'esigenza di un provvedimento concreto in quella zona e i recenti sgomberi hanno già notevolmente migliorato la situazione. Ciò che è stato fatto a piazza Magione, finalmente libera dagli abusivi e vivibile per i palermitani, deve essere da esempio".

E Il blitz di oggi segue, di sette giorni, quello realizzato lo scorso giovedì. Dopo una precedente operazione gli ambulanti erano tornati ad installare gli stand (GUARDA IL VIDEO). Un "affronto" che gli abusivi non sono riusciti a digerire al punto che poi hanno deciso di andare a protestare davanti a Palazzo delle Aquile. Alcuni di loro hanno preso parte della merce e l'hanno gettata davanti al portone di ingresso del Comune. Il bilancio dell'operazione di oggi verrà resa noto nelle prossime ore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albergheria, blitz al mercato dell'usato: smontate le bancarelle

PalermoToday è in caricamento