menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consorzio Sintesi, commessa WindTre a rischio: "Sia garantita l'occupazione dei disabili"

A dirlo è il deputato di Leu, Erasmo Palazzotto, che ha presentato un'interrogazione al ministro dello Sviluppo economico: "Non s'interrompa il percorso virtuoso della cooperativa che ha accompagnato tante persone nel mercato del lavoro"

Tarda il rinnovo della commessa Wind Tre con il consorzio Sintesi, il call center palermitano composto per l'80% da lavoratori disabili, e il deputato di Leu Erasmo Palazzotto presenta un'interrogazione al ministro dello Sviluppo economico. "Un’eventuale perdita della commessa Wind Tre, con inevitabili licenziamenti conseguenti, - afferma Palazzotto - arrecherebbe un danno gravissimo alle persone affette da deficit e disabilità gravi coinvolte, e interromperebbe il percorso virtuoso della cooperativa che ha accompagnato queste persone nell'inserimento del mercato del lavoro, attraverso un lavoro qualificato e altamente produttivo".

Il deputato di Lei chiede la convocazione di un incontro urgente tra Sintesi, la proprietà Wind Tre, i sindacati e gli enti locali per "verificare l’intenzione di Wind a rinnovare la commessa, salvaguardando in questo modo gli attuali livelli occupazionali e un patrimonio così importante che altrimenti andrebbe disperso".

Nata nel 2001, Sintesi è un consorzio composto da 4 cooperative sociali, punto di incontro tra le esigenze delle aziende, le istituzioni e il bisogno di inclusione lavorativa di persone con disabilità fisiche e psichiatriche, a rischio di esclusione sociale. Grazie al decreto legislativo 276/2003, il consorzio ha generato un percorso virtuoso che ha permesso l'integrazione e la stabilizzazione professionale di persone con disabilità, superando la logica dell'assistenzialismo.

La cooperativa Sintesi a Palermo si occupa di call center e da circa dieci anni ha avviato un progetto di formazione professionale dedicato a lavoratori con disabilità costituiti nella cooperativa "Call.it", che ha ottenuto la commessa Wind, il cui rinnovo avviene ogni 3 anni. Oggi, però, questo rinnovo tarda ad arrivare tanto che, tra i circa 200 lavoratori di Palermo - di cui l’80% disabili - c’è molta preoccupazione per il futuro lavorativo.

"Ogni dubbio circa il rinnovo della commessa - conclude Palazzotto - deve essere sciolto quanto prima, trovando un accordo per salvaguardare i livelli occupazionali dei lavoratori di Sintesi e per garantire la continuità produttiva della cooperativa sociale ‘Call.it’ che ha coinvolto a Palermo centinaia di lavoratori, soggetti tra i più fragili del territorio".

WindTre: disabili in Sintesi non a rischio

Tramite il suo ufficio stampa, WindTre fa sapere che il negoziato in corso procede senza pregiudizi e che in ogni caso i lavoratori diversamente abili interessati dalla trattativa non perderanno il loro lavoro. La commessa che il call center palermitano, composto per l'80% da lavoratori disabili, ha con il gruppo di tlc deve essere rinnovata e l'accordo ancora in discussione ha messo in allarme i lavoratori. Il Consorzio Sintesi, nato nel 2001, è composto da 4 cooperative sociali. A Palermo ha avviato un progetto di formazione professionale dedicato a lavoratori con disabilitàcostituiti nella cooperativa "Call.it", che ha ottenuto la commessa Wind, il cui rinnovo avviene ogni 3 anni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento