"StopGlobalWarming", il Consiglio approva una mozione contro i cambiamenti climatici

Via libera all'unanimità alla proposta del comitato "Esistono i diritti". La soddisfazione del radicale Cappato: "Da Palermo un messaggio forte e chiaro alla politica nazionale ed europea"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Consiglio comunale ha approvato ieri all'unanimità con 27 voti la mozione contro i cambiamenti climatici proposta dal comitato "Esistono i diritti" e rivolta alla Commissione europea.

Su questo atto politico, il radicale Marco Cappato - promotore dell'appello alla raccolta di un milione di firme in tutta Europa - ha rilasciato questa dichiarazione: "Il Consiglio comunale di Palermo ha scritto una bella pagina con la mozione approvata all'unanimità a sostegno dell'iniziativa dei cittadini europei 'StopGlobalWarming.eu'. La proposta di spostare le tasse dal lavoro alle emissioni inquinanti, istituendo un prezzo minimo in Europa per le emissioni di Co2, riguarda un problema apparentemente lontano, come quello dei cambiamenti climatici, che però ha un impatto devastante anche a livello locale, come proprio a Palermo hanno dimostrato le temperature record e le tragiche inondazioni delle scorse settimane".

"Grazie all'instancabile lavoro transpartitico del comitato 'Esistono i diritti', con Gaetano D'Amico e Alberto Mangano, dal Consiglio comunale di Palermo - sottolinea ancora Cappato - è arrivato un messaggio forte e chiaro alla politica nazionale ed europea. Voglio ringraziare di cuore tutti i consiglieri comunali che hanno approvato questo provvedimento, facendo di Palermo, anche con l'adesione del sindaco Orlamdo, la città simbolo di questa raccolta firme. Spero che saranno ora tanti altri i Comuni a percorrere sulla strada tracciata. Un grande grazie anche a Pino Apprendi e Francesca Turano Campello per la campagna di raccolta firme che continua in città e sul sito www.stopglobalwarming.eu".                  

Torna su
PalermoToday è in caricamento