Gallina, consigliere comunale di Carini: "Misure economiche straordinarie per ripartire"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Un ringraziamento a tutto il personale medico e paramedico, agli infermieri e ai volontari. A nome di tutta la cittadinanza voglio manifestare la mia vicinanza a tutto il personale medico e paramedico, agli infermieri, ai volontari del settore medico e della protezione civile e a tutti gli operatori che stanno vivendo un periodo particolarmente difficile a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19″ afferma il consigliere. E’ lo stesso consigliere che 10 giorni fa chiedeva una Task force per coordinare, in raccordo continuo con le istituzioni competenti (Comuni della Citta’ Metropolitana , ASL , ASP , Protezione Civile) tutte le azioni di controllo da assumere al fine di limitare la diffusione del virus chiedendo in base all’articolo 40 (Funzioni in materia di igiene e sanita' pubblica) l'emanazione delle ordinanze di carattere contingibile e urgente con efficacia estesa al territorio comunale, a norma dell'art. 32 della legge n. 833 del 1978 nonche' una pulizia straordinaria degl’enti , l’uso di mascherine e chiusura fin da subito di scuole e uffici aperti al pubblico, per prevenire il piu’ possibile il contagio. Tutte misure efficaci che distribuiscono i contagi su un lasso di tempo piu’ ampio, una corsa contro il tempo di diffusione. Tutto questo racconta il consigliere, nonostante le critiche ricevute. "Dieci giorni fa lo scenario era quello di una tranquillita’ assoluta frutto di ipocrisia , menefreghismo , egoismo , irresponsabilità generale ed istituzionale che non comprendo" dichiara Gallina.

Lo stesso pero’ lancia un appello: riscopriamo il valore della coscienza comunitaria! Oggi siamo il secondo paese dopo la Cina ad essere colpito con una trasmissione del virus che equivale ad un’epidemia che ci trova impreparati sotto tanti aspetti( sanita’ , istituzionale , organizzativo ed economico) Occorrono misure straordinarie , a partire da un Fondo nazionale , regionale e comunale di sostegno e di un piano strategico industriale per le aziende . Per far fronte alla situazione incerta determinata dagli effetti del Coronavirus, servono interventi straordinari, investimenti pubblici ed essere pronti a ripartire nel momento in cui questa emergenza sarà superata. Un piano strategico economico per tutte le imprese che hanno risentito degli effetti negativi dell’emergenza. Penso che la regione Sicilia debba intervenire in modo massiccio in collaborazione con i comuni. Al netto dello stato di turbamento generale che affligge l’intera collettività e a margine dei disagi che questi interventi comportano, però, non possiamo ignorare i segnali di allarme che giungono dalle famiglie alle prese con pesanti ripercussioni economiche derivanti dalle politiche prudenzialmente messe in atto. Per questo chiedo al Consiglio Comunale e all'amministrazione di svegliarsi dal torpore e dare segnali di vicinanza al disagio che vivono imprese e cittadini e che ci possa essere una sinergia con tutte le amministrazioni locali e regionale. Adesso più che mai, bisogna prendere posizioni nette per venire incontro ai problemi delle imprese. Fare fronte comune per attuare tutte le misure idonee anche a livello comunale con la sospensione dei versamenti relativi a imposte e tasse che va prorogata. Inoltre va introdotta la possibilità di rateizzare i pagamenti pregressi alla scadenza e occorre prevedere un accesso facilitato ai fondi di garanzia per le imprese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento