Carini, il consigliere Gallina: "I cimiteri vanno riaperti, i cittadini vogliono pregare per i loro defunti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Carini, il Consigliere Comunale  invita a programmare una riapertura del luogo di culto: "Stiamo parlando della potenziale riapertura dei cimiteri a fronte dell’adozione di misure specifiche che consentano alle persone di visitare i propri cari defunti nella più assoluta condizione di sicurezza, quindi garantendo le distanze interpersonali ed evitando gli assembramenti. Si potrebbe pensare a un accesso regolato seguendo le lettere dell’alfabeto in prestabiliti giorni . Inoltre , questa proposta si unirebbe anche con una specifica esigenza, quella, di fornire delle prime, seppur timide, risposte al comparto florovivaistico che sappiamo essere alle prese con una crisi straordinaria, mai verificatasi in precedenza. Quindi, così facendo sarebbe possibile assicurare delle risposte anche se flebili a un intero settore che potrebbe valutare questo segnale come l’opportunità di invertire l’attuale tendenza deficitaria” Questa tragica pandemia legata al virus Covid-19 ha distrutto l’anima di tutti gl’angeli che se ne sono andati da soli, senza il conforto di un familiare, senza funerali. L’immagine dei mezzi militari, a Bergamo, che trasportano le bare verso i forni crematori rende in maniera forte la drammaticità di quello che il Paese sta vivendo. Per il rispetto delle disposizioni di emergenza , tanti di questi defunti sono morti isolati, senza alcun conforto, né quello degli affetti più cari, né quello assicurato dai sacramenti” Non c’è dubbio che la chiusura dei cimiteri ha accresciuto lo stato di inquietudine , angoscia e di commozione tra i cittadini ai quali è stato negato di porgere l’ultimo saluto ai propri cari ma anche ad andare a far visita a quelli che non ci sono più. Un impedimento che marca ancor di più quel distacco dagli affetti più cari e dalla vita sociale che la pandemia da coronavirus sta fortemente condizionando , da oramai tanto tempo, la quotidianità delle persone. A mio giudizio una riapertura, graduale, ragionata e controllata dei cimiteri della città è possibile oltre che auspicabile In attesa di risposta, conclude Gallina, la preghiera per i defunti potrebbe essere in streaming dal cimitero così ci uniamo nel ricordo. Recitare la preghiera del Santo Rosario, in videoripresa da trasmettere in diretta streaming. «In un tempo che condanna a morire in solitudine, e alla sepoltura in forma privata e senza messa potremo unirci nel ricordo di coloro che ci hanno lasciato, affidandoli alla misericordia di Dio".

Torna su
PalermoToday è in caricamento