Valledolmo, 5 milioni per ammodernare la provinciale che porta a Sclafani Bagni: consegnati i lavori

L'intervento interesserà il tratto di strada che va dal bivio "Piano degli Ziti" al bivio "Fontana Murata". Finanziati dalla Regione e dalla Struttura contro il dissesto idrogeologico anche le opere per regimentare le acque piovane nel centro urbano del paese

Consegnato stamani il primo lotto dei lavori di ammodernamento della Strada provinciale 8 Valledolmo-Sclafani Bagni, nel tratto che va dal bivio "Piano degli Ziti" al bivio "Fontana Murata", e del cantiere per convogliare e regimentare le acque piovane nel centro urbano del paese. Due opere finanziate dalla Regione e dalla Struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente Nello Musumeci.

Alla cerimonia - che si è tenuta presso il bivio “Intercomunale 13 di Calcibaida” - erano presenti anche, l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, il sindaco metropolitano di Palermo Leoluca Orlando, il vescovo di Cefalù Giuseppe Marciante e il sindaco di Valledolmo, Angelo Conti, e alcuni primi cittadini del comprensorio madonita.

In particolare, l'intervento sulla Sp8 “Valledolmo-Sclafani Bagni” riguarderà i lavori di “manutenzione straordinaria per il consolidamento di tratti dissestati, sistemazione del piano viario e realizzazione di opere di presidio e di corredo”, nel tratto dal bivio “Piano degli Ziti” al bivio “Fontana Murata”.

"Si tratta - evidenzia Musumeci - di una strada importante perché collega un'arteria principale al centro abitato di Valledolmo. Sono contento perché ogni giorno si aprono nuovi cantieri, ogni giorno si restituisce speranza e fiducia ai siciliani. Abbiamo condiviso una giornata senz'altro emozionante. Andiamo avanti perché il Covid non può fermare le speranze di una terra che deve tornare a riappropriarsi del proprio futuro". Sulla stessa scia Falcone, che aggiunge: "Il governo Musumeci interviene recependo le aspettative dei cittadini sulla viabilità interna abbandonata da anni, supportando le ex Province. Investiamo ben 5 milioni, fra primo e secondo stralcio, per restituire a Valledolmo uno strategico collegamento finalmente all'altezza di quanto merita il territorio".

Subito dopo, il presidente della Regione, insieme all'assessore Falcone e al direttore dell'Ufficio contro il dissesto idrogeologico Maurizio Croce si è spostato nel centro urbano del Comune per la consegna dei lavori per la sistemazione dell'area compresa tra le vie Di Maria, Cascino e Vittorio Emanuele, nella periferia nord del paese, a pochi metri dalla scuola media e dalla circonvallazione. Un versante caratterizzato da una forte instabilità causata dalle infiltrazioni delle acque piovane, che provocato pesanti danni alle fondazioni di una serie di case, ma anche alle sedi viarie con lesioni importanti della pavimentazione stradale. A eseguire l'intervento, in virtù di un ribasso del 28,3 per cento su un importo di gara di 580 mila euro, sarà l’impresa di costruzioni Luigi Anzalone srl di San Cataldo.

"Questo è un altro contributo - dichiara Orlando - frutto della collaborazione tra Comune di Valledolmo, Città Metropolitana di Palermo e Regione Siciliana, per rafforzare l'attrattività su questa zona, nella quale il settore agroalimentare e quello turistico si intrecciano grazie anche alla presenza di aziende di eccellenza. È decisamente un giorno importante e mi sono permesso di suggerire al collega, Angelo Conti, al quale ho espresso il mio apprezzamento per questa giornata, che oggi per quanto riguarda la Città Metropolitana è il Valledolmo day”,

Mentre il sindaco di Valledolmo chiosa: "E’ una giornata importante per il nostro Comune perché dopo 5 anni di difficoltà che tutti i valledolmesi, e soprattutto le aziende del territorio, hanno affrontato per raggiungere l'autostrada, finalmente si mette un punto e si avvia un nuovo processo che sicuramente  porterà grande beneficio in termini economici alla nostra città”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento