Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Caso Tutino, Consap: “Fateci fuori come la Borsellino”

Il sindacato di polizia ha annunciato la volontà di non partecipare alle commemorazioni del 19 luglio, ma farà celebrare una messa a Palermo per le vittime della strage. Il segretario provinciale Igor Gelard: "Qualsiasi parola sulla vicenda sarebbe superflua"

Igor Gelarda

"Qualsiasi altra parola su questa vicenda sembra superflua. Tuttavia da siciliano e da palermitano mi vergogno di quanto è venuto fuori. Mi vergogno - dichiara Igor Gelarda, il segretario provinciale di Palermo ed esponente nazionale del sindacato di polizia Consap - della triste vicenda di Tutino, medico personale di Crocetta e recentemente arrestato con l’accusa di falso, abuso d'ufficio, truffa e peculato, e ancor di più mi vergogno della frase ignobile pronunciata da Tutino al telefono con Crocetta, verso l’ormai ex assessore Borsellino (“Va fatta fuori come suo padre”) e del fatto che il governatore della Sicilia, il rappresentante eletto dei siciliani non abbia detto nulla in risposta a questa frase abominevole".

"Allora a tutti quelli che non hanno ancora capito che la Sicilia vuole essere liberata - prosegue Gelarda - rispondiamo così: noi poliziotti, che abbiamo pagato con il nostro sangue la fedeltà allo Stato, vogliamo essere tutti fatti fuori insieme alla Borsellino e a tutti quelli che amano la nostra terra e fanno rispettare le leggi in Sicilia. Vi assicuro che la stragrande maggioranza di siciliani siamo di tutt’altra pasta. Ecco perché - conclude il sindacalista - il 19 luglio ce ne staremo a commemorare i nostri morti ed il giudice Borsellino per i fatti nostri, perché non amiamo le passerelle e temiamo di dovere condividere le cerimonie con persone che non hanno particolarmente alto il senso della legalità":

Il 19 luglio presso la Chiesa di San Nicolò all’Albergheria, alle ore 10.30, sarà celebrata una messa in suffragio di Agostino, Claudio, Emanuela, Paolo, Vincenzo e Walter. “Ed è qui, in questo quartiere dove la legalità è ancora una conquista in parte ancora da fare, che invitiamo - si legge in una nota - tutti i palermitani che intendono commemorare in silenzio, lontano dalle personalità e dai personaggi e vicino alla gente comune e nella semplicità, questi caduti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Tutino, Consap: “Fateci fuori come la Borsellino”

PalermoToday è in caricamento