rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Roma

"Soldi riciclati al casinò per la mafia", confiscati conti correnti e un ristorante

La guardia di finanza ha eseguito il provvedimento emesso dalla sezione Misure di prevenzione nei confronti di Giuseppe Citarda, 54 anni, arrestato nel 2006 con l'operazione Saint Vincet. Tra i beni c'è anche l'attività di ristorazione Klikò di via Roma

Beni per 700 mila euro finiscono nelle mani dello Stato. I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo hanno eseguito un provvedimento di confisca di disponibilità finanziarie e patrimoniali emesso dal Tribunale di Palermo, sezione Misure di prevenzione, nei confronti del 54enne Giuseppe Citarda, considerato vicino a Gioacchino Badagliacca, elemento di spicco della famiglia palermitana di corso Calatafimi.

Dopo gli accertamenti patrimoniali disposti dalla Procura sono stati apposti i sigilli al ristorante Klikó di via Roma. Citarda è stato tratto in arresto nel 2006 insieme ad altre 12 persone nell'ambito dell'operazione Saint Vincent. Secondo la magistratura avrebbe riciclato denaro di provenienza illecita, per conto della famiglia mafiosa di Villabate tramite giocate effettuate presso il noto casinò (che come struttura era risultata estranea ai fatti).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Soldi riciclati al casinò per la mafia", confiscati conti correnti e un ristorante

PalermoToday è in caricamento