Sanità, Aiop presenta il bilancio sociale: "Garantite il 26,5% delle prestazioni in Italia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L'Aiop, l’associazione che associa oltre 500 strutture sanitarie private, ha presentato a Roma il primo bilancio sociale. Le strutture sanitarie private, che impiegano 70 mila addetti tra infermieri, medici e oss, garantisce il 26,5% delle prestazioni in Italia ma incide sulla spesa pubblica per il 13,5% come ha stigmatizzato la presidente nazionale di Aiop, Barbara Cittadini.

Cittadini ha auspicato che “il modello privato-pubblico possa essere sempre più riconosciuto e supportato da politiche adeguate”. In particolare il bilancio sociale ha messo in risalto come l’attività sanitaria delle strutture Aiop abbia garantito, sostenibilità sociale ed economico finanziaria oltre che una sostenibilità ambientale oltre che aver definito una precisa e riconoscibile “identità associativa d’impresa”.

Confintesa ha partecipato con una propria delegazione ai lavori di presentazione del bilancio sociale di Aiop e si dichiara soddisfatta dei risultati esposti da Barbara Cittadini ritenendo, però, che debba essere sempre più intensificato il rapporto tra Aiop e aziende ad essa associate e organizzazione dei lavoratori nel rispetto di un pluralismo sindacale che non può non essere disgiunto da quella “sostenibilità sociale” illustrata nel documento presentato a Roma.  

Torna su
PalermoToday è in caricamento