Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Casteldaccia

La Cgil a Casteldaccia alla camera ardente di Santa Raia: "La ricordiamo con affetto"

La donna scomparsa ieri a 96 anni era figlia di Andrea Raia, segretario della Camera del Lavoro di Casteldaccia, ucciso dalla mafia il 5 agosto del 1944

Una delegazione della Cgil Palermo, della Camera del Lavoro di Bagheria e dello Spi Cgil ha reso omaggio questa mattina a Santa Raia a Casteldaccia portando le condoglianze di tutta la Cgil ai familiari. 

Santa Raia, scomparsa ieri, all'età di 96 anni, era figlia di Andrea Raia, segretario della Camera del Lavoro di Casteldaccia, ucciso dalla mafia il 5 agosto del 1944. “Ricordiamo con grande affetto Nonna Santa - dichiara a nome della delegazione Giuseppe La Piana, responsabile della Camera del Lavoro di Bagheria - e ci stringiamo alla sua famiglia, ai nipoti Davide e Daniele Aiello, che in questi anni assieme alla loro nonna, e all’opera di ricostruzione della memoria dei sindacalisti uccisi della Cgil, hanno mantenuto vivo il senso del rigore e delle lotte per la legalità, per la difesa degli umili e dei più poveri, per l’indignazione nei confronti delle ingiustizie, che hanno caratterizzato la storia di Andrea Raia. Raia è stato ucciso a 28 anni. Santa Raia è stata privata del padre, per molti anni si è rifiutata di parlare di lui, talmente il dolore era forte, fino a farsi interprete e orgogliosa testimone dell’impegno e delle battaglia del padre e portatrice degli stessi valori”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cgil a Casteldaccia alla camera ardente di Santa Raia: "La ricordiamo con affetto"
PalermoToday è in caricamento