Cronaca Sperone

Sperone, gioielliere reagisce e spara: il malvivente rischia la paralisi

Intanto la polizia ha identificato il rapinatore, si tratta di un 34enne incensurato dello Zen. Ieri insieme a un complice ha tentato un assalto alla gioielleria "Comito" di via Portella della Ginestra

La gioielleria Comito

E’ stato identificato dalla polizia il rapinatore rimasto gravemente ferito ieri mattina durante un colpo alla gioielleria “Comito” di via Portella della Ginestra, allo Sperone.  Si tratta di un 34enne, incensurato, residente allo Zen. Ieri la vittima è riuscita a disarmare il bandito e ha esploso due colpi. L'uomo, ferito dal titolare dell'esercizio commerciale, adesso si trova a Villa Sofia e rischia di rimanere paralizzato.

Grazie ad un cartellone recante dei numeri mostrato al ferito, questi è riuscito ad interagire con gli occhi e comunicare la sua data di nascita ai poliziotti. Verifiche e controlli incrociati hanno consentito di aggiungere il cognome al nome di battesimo ed alla data di nascita. Nel frattempo, è stata ritrovata la vettura, una fiat 500, usata da lui e dal complice per raggiungere la gioielleria. La vettura, intestata al ferito, era parcheggiata in una via limitrofa alla gioielleria ed i poliziotti sono riusciti ad aprirne la portiera con la chiave ritrovata nel giubbotto dell’uomo.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sperone, gioielliere reagisce e spara: il malvivente rischia la paralisi

PalermoToday è in caricamento