Intasca 34 mila euro per rottamare cartella esattoriale, condannato per truffa a un'anziana

Un anno e 8 mesi per un 49enne residente a Balestrate che si era fatto consegnare l’ingente somma per risolvere un problema a una donna e farle ottenere un mutuo. Peccato però che, come ricostruito dall’accusa, era tutto un raggiro

Avrebbe conquistato la fiducia di un’anziana promettendole la cancellazione di una cartella esattoriale e quindi la possibilità di ottenere un mutuo per l’acquisto della casa. E per farlo avrebbe falsificato un documento (mai) emesso dal giudice di pace a conferma della risoluzione di un problema. Il giudice della quinta sezione penale del tribunale di Palermo Nicola Aiello ha condannato a 1 anno e 8 mesi Salvatore Bellomonte, 49enne residente a Balestrate e già detenuto per un altro processo, per i reati di truffa aggravata e falsità materiale.

La vicenda ha inizio dopo la denuncia presentata dalla vittima e da sua figlia nell’estate del 2015. Secondo quanto ricostruito dall’accusa Bellomonte sarebbe riuscito a farsi consegnare in più tranche 34.387 euro, tra contanti e assegni, come somma da utilizzare per il disbrigo delle pratiche necessarie per rottamare una cartella esattoriale con Riscossione Sicilia. Una condizione necessaria per consentire alla donna di ottenere oltre 65 mila euro per un mutuo che le avrebbe concesso una banca olandese.

A riprova della correttezza del suo operato il 49enne le avrebbe anche firmato due assegni postali (poi risultati scoperti), prima di consegnarle anche un documento in cui "attestava l’avvenuto deposito di una sentenza del giudice di pace di Palermo a favore di… posta in calce a una nota intestata ‘Registrazione atti giudiziari’ che consegnava alla signora a dimostrazione della definizione di un’azione giudiziaria che assumeva di aver portato avanti per conto di quest’ultima. Azione giudiziaria che in realtà non aveva mai intrapreso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre alla condanna e al pagamento delle spese processuali pari a 3.375, Bellomonte dovrà corrispondere all’anziana una provvisionale da 20 mila euro in attesa della quantificazione del risarcimento danni in sede civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Palermo, ragazza di 27 anni muore dopo avere mangiato gamberi

  • Coronavirus a Palermo, positive due commesse di un negozio

  • Tragedia a Isola, accusa un malore mentre esce dall'acqua e muore in spiaggia

  • L’incidente sulla Palermo-Sciacca, giovane motociclista muore in ospedale

  • Matrimonio con Coronavirus: invitato positivo al Covid, oltre 90 persone in quarantena

  • Commessi positivi in un negozio di tolettatura all'Uditore, controlli anche sui cani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento