rotate-mobile
Cronaca

Sorpreso a fare il posteggiatore abusivo, non era la prima volta: condannato a 3 mesi

Questa la pena inflitta in abbreviato, oltre a un’ammenda da mille euro, a un uomo di 61 anni. L’ultima volta, ad agosto dello scorso anno, era stato beccato dai carabinieri in via Cavour

Sarebbe stato “pizzicato” in più di un'occasione mentre svolgeva l’attività di parcheggiatore abusivo. L’ultima volta in via Cavour, ad agosto dello scorso anno, quando i carabinieri lo avevano identificato e multato secondo quanto previsto dal Codice della strada. Dopo due provvedimenti definitivi, però, la pena diventa l'arresto. Il gip del tribunale Nicola Aiello ha condannato un uomo di 61 anni (G.L.P. le iniziali) a 3 mesi di carcere e al pagamento di un’ammenda da mille euro.

L’uomo era stato sorpreso in atteggimenti considerati inequivocabili e dunque multato dai militari del Nucleo operativo in via Cavour, a pochi passi dal Teatro Massimo. Come già accaduto in passato - quella volta erano stati gli agenti di polizia del commissariato Porta Nuova a sanzionarlo - sarebbe stato visto mentre cercare di aiutare gli automobilisti nelle manovre di parcheggio, magari riservando il posto al prossimo cliente, con l’obiettivo di ottenere qualche spicciolo per il servizio reso.

Sulla scorta di queste ricostruzioni il giudice ha condannato l'uomo secondo quanto previsto dall’articolo 7 comma 15bis del Codice della strada. "Se il soggetto è già stato sanzionato per la stessa violazione si applica la pena dell'arresto da 6 mesi a un anno e l’ammenda". Dati i precedenti, non è stato possibile applicare le attenuanti all’imputato visto che ne aveva già beneficiato in altri procedimenti. I legali che lo seguono, gli avvocati Daniele Piscitello e Marianna Raccuglia, hanno già annunciato che a breve impugnaranno la sentenza emessa martedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso a fare il posteggiatore abusivo, non era la prima volta: condannato a 3 mesi

PalermoToday è in caricamento