Formazione, progetto al Ciapi senza gara: condannati Crocetta, Bonafede e Corsello

Così hanno deciso i giudici della Corte dei conti per l'ex governatore, l'ex assessore e la dirigente che dovranno risarcire 2,2 milioni di euro. Assolti gli altri componenti della Giunta Crocetta

L'ex governatore della Regione Rosario Crocetta

L’ex governatore Rosario Crocetta, l’ex assessore alla Famiglia e agli Enti Locali Ester Bonafede e la dirigente Anna Rosa Corsello condannati dalla Corte dei conti per la vicenda del progetto Spartacus affidato al Ciapi di Priolo. Così hanno deciso giudici contabili che hanno chiesto ai tre imputati - accusati di aver dissipato decine di milioni di euro - di risarcire la Regione con una somma pari a 2,2 milioni di euro (circa 738 mila euro a testa).

“Con numerosi esposti pervenuti presso la Procura contabile - si legge nel provvedimento - era stata denunciata l’intenzione della Regione Sicilia di non avvalersi più per il futuro, per la realizzazione di servizi di politica attiva del lavoro, del personale, proveniente dai diversi enti di formazione, impiegato presso i cosiddetti ‘sportelli multifunzionali’ istituiti nei diversi Centri per l’Impiego sparsi su tutto il territorio regionale, nonostante le ingenti somme destinate in passato per la formazione del personale medesimo”.

Era stata prospettata infatti la possibilità di affidare l’attuazione dei servizi al Ciapi di Priolo Gargallo, con la realizzazione di un progetto denominato “Spartacus”. Progetto apprezzato dalla Giunta regionale che, con la delibera 380/2012, dichiarò il proprio apprezzamento per il progetto. Avrebbero utilizzato le risorse, provenienti da fondi europei e statali, non per l’attività di formazione e per le politiche attive del lavoro espletate per circa 8 mesi da oltre 1.500 sportellisti bensì per 9 mila soggetti in cassa integrazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella stessa sentenza i giudici Guido Carlino (presidente), Maria Riti Micci (relatore) e Giuseppe Grasso (consigliere) hanno assolto gli ex assessori e i dirigenti Antonino Bartolotta, Luca Bianchi, Lucia Borsellino, Dario Cartabellotta, Maria Lo Bello, Nicolò Marino, Egidio Ortisi, Luciana Rallo, Nelli Scilabra, Michela Stancheris, Patrizia Valenti e Linda Vancheri.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento nubifragio si abbatte su Palermo, strade allagate e città sott'acqua

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Sottopasso di via Leonardo da Vinci, morte due persone rimaste intrappolate in auto

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Rientra verso il b&b ma si perde e chiede indicazioni, turista picchiato e rapinato

Torna su
PalermoToday è in caricamento